Pagelle Juventus Lazio - Secondo tempo da brividi, pochi a salvarsi

Juventus-Lazio, LE PAGELLE – Secondo tempo da brividi, sono pochissimi a salvarsi


Buffon 6 – Non ha colpe sui due gol della Lazio, sul fallo da rigore tenta in tutti i modi di evitare il contatto con Immobile ma non ci riesce. Ha il dovere, però, di richiamare la squadra, che non si può permettere blackout psicologici del genere.

Lichtsteiner 5,5 – Lo svizzero è il solito treno di corsa e volontà sulla fascia, ma non riesce a dare qualità. Non duetta benissimo con Douglas Costa e spesso i due non si trovano, ma è uno dei meno peggio. (Sturaro s.v)

Barzagli 4,5 – La Roccia stasera si sgretola e fa passare gli attaccanti della Lazio in modo decisivo per le sorti della partita. Si fa scivolare due volte Immobile di spalle: una volta il napoletano segna e la seconda volta si procura un rigore. Che l’età si stia facendo sentire e Andrea non riesca più a sopportare troppe partite consecutive?

Chiellini 5,5 – Come la maggior parte della squadra, ottimo nel primo tempo, male nel secondo. Ha delle responsabilità, seppur minori di Barzagli, sui due gol della Lazio. Cerca di impostare la manovra ma la quantità dei passaggi sbagliati è notevole.

Asamoah 6 – Sbaglia qualche passaggio di troppo e i suoi cross finiscono quasi sempre sull’uomo, ma in realtà è uno dei migliori. Si propone spesso sulla sinistra e fa partire l’azione del gol del vantaggio.

Khedira 5 – Nel primo tempo, sul suo tiro, Douglas Costa prende la ribattuta e segna il gol del vantaggio. Sfiora il raddoppio con una staffilata da fuori. Nel secondo , però, assieme a Matuidi, sbaglia ripetutamente la posizione e in fase difensiva lascia sempre dei buchi in cui si infilano i centrocampisti biancocelesti. (Dybala 4,5 – È un campione e i campioni non pesano in negativo sulla squadra. Due rigori sbagliati consecutivamente sono troppi, soprattutto quando sono così decisivi ai fini del risultato. Entra in campo a 20′ dalla fine e si nota la sua condizione fisica malconcia, ma comunque riesce a essere pericoloso e a prendere un palo. Quell’errore al 97′, però, non è perdonabile.)

Bentancur 5 – Male quest’oggi in fase di impostazione. Non prende mai un’iniziativa pericolosa, si limita al compitino. Non basta, quando vesti la maglia della Juventus.

Matuidi 5 – Così come Khedira, non garantisce l’apporto difensivo che dovrebbe. Non è incisivo nemmeno in fase di inserimento, sbagliando una quantità innumerevoli di passaggi per via delle linee intasate.

Douglas Costa 6 – A volte si isola e vuole fare tutto da solo, con molti leziosismi, ma è comunque uno dei più pericolosi. Segna il gol dell’inutile vantaggio, molte volte prova il dribbling, ma è poco incisivo in generale. Date le sue qualità tecniche, può e deve fare molto di più. (Bernardeschi 6 – Entra con il piglio giusto, sfiorando il gol su un cross di Dybala e guadagnandosi il rigore nel finale. Forse avrebbe meritato una chance da titolare)

Mandzukic 5,5 – Gioca altri 90′ dopo l’infortunio con la Croazia, ma è come se non si fosse mai fatto male. Sulla fascia sinistra, però, si propone poco e non riesce a essere incisivo nemmeno nei colpi di testa, suo punto di forza. Forse gli farebbe bene un po’ di riposo, dopo i tanti match ravvicinati.

Higuain 4,5 – Nel primo tempo corre e si batte, rischiando di segnare un gol rocambolesco con la traversa presa sul rinvio di Strakosha. Ma un attaccante come lui, purtroppo, non può limitarsi a questo. Non sappiamo se il gol del 2-1 avrebbe dato la vittoria alla Juventus, ma di sicuro un giocatore come lui avrebbe dovuto sfondare la rete. Nel secondo tempo esce dal campo, toccando pochissimi palloni ed essendo facile preda della difesa avversaria.

Allegri 4,5 – È lui che valuta i giocatori in settimana, è vero. Ma gestire Juventus-Lazio come una partita contro un’avversaria di medio-basso livello è stato un azzardo che purtroppo non ha pagato. L’allenatore toscano ha perso, facendo partire dalla panchina Dybala, Cuadrado e Alex Sandro, con Pjanic già infortunato. I cambi, poi,  non sono sembrati giustissimi: Douglas Costa stava facendo molto bene, Bentancur era in condizione fisica peggiore di Khedira e l’avvicendamento Sturaro-Lichtsteiner in quel momento della partita è stato capito da pochi. Un po’ di confusione anche per Max?