FOTO - Bidoni della spazzatura sotto la lapide dell'Heysel

FOTO – Bidoni della spazzatura sotto la lapide dell’Heysel


32 anni fa avvenne la tragedia dell’Heysel in cui morirono 39 tifosi del settore Z in occasione della finale di Champions League contro il Liverpool. Per questo motivo il 29 maggio non può essere considerato un giorno come un altro per i tifosi di calcio e per quelli della Juventus in particolare.

La partita venne disputata su disposizione delle forze dell’ordine e dell’Uefa. Una vittoria mutilata da parte della Juventus che non poté festeggiare un trionfo in campo sapendo esattamente cos’era accaduto a pochi metri di distanza. E proprio in memoria dei tifosi che in quel giorno maledetto persero la vita, a Bruxelles è stata edificata una lapide. Affinché il ricordo rimanga vivo. Affinché niente di simile accada in nessuno stadio del mondo.

VERGOGNA A BRUXELLES

Tuttavia, la sacralità di quel luogo è stata profanata attraverso una scelta a dir poco indecorosa: un gruppo di bidoni verdi dell’immondizia sono stati ammassati sotto la targa che ricorda le 39 vittime della strage dell’Heysel. A denunciare l’avvenimento increscioso è l’europarlamentare Alberto Cirio che ha scritto al sindaco di Bruxelles, Philippe Close.

Ecco le sue parole. “Una posizione inopportuna e indecorosa – sottolinea Cirio – che manca di rispetto alle famiglie e alla memoria delle persone che persero la vita il 29 maggio del 1985, poco prima dell’inizio della finale di Coppa dei Campioni tra Juventus e Liverpool”.

 

Luca Piedepalumbo