Il Chelsea ci riprova per Alex Sandro. Dall’Inghilterra spunta un retroscena “estivo” su un leader bianconero

“Pronto, qui Chelsea Football Club”. Un ritornello che l’ad della Juventus Giuseppe Marotta deve aver sentito spesso durante l’ultimo mercato estivo. Non è un segreto, d’altronde, che nei desideri estivi dei londinesi ci fosse il laterale sinistro bianconero Alex Sandro. Tuttavia forse stiamo sbagliando ad utilizzare il tempo passato dal momento che, dall’Inghilterra, arriva l’indiscrezione che i “Blues” sono pronti a tornare alla carica.

PRONTI 60 MILIONI PER ALEX SANDRO

Come riportato dal Daily Star, Conte, che sicuramente non sta attraversando il suo periodo migliore col Chelsea, è infuriato con la società. Un mercato estivo ben lontano dalle attese non gli ha consentito di essere competitivo fin da subito in Premier, perdendo, di conseguenza, punti importanti.

Uno dei reparti da rimpolpare è la difesa. Troppo poco l’arrivo di Zappacosta per coprire le lacune difensive dei campioni d’Inghilterra. Per questo, l’ex tecnico bianconero vuole pescare dalla sua ex squadra già nel mercato di gennaio. L’obiettivo è sempre lo stesso: Alex Sandro. La dirigenza londinese, per accontentarlo, è pronta, infatti, a sborsare 60 milioni di sterline per il brasiliano, circa 70 milioni di euro.

Pare chiaro, in ogni caso, che questa trattativa difficilmente possa sbloccarsi nel mercato di riparazione. La Juve, dopo aver rifiutato 60 milioni l’estate scorsa, non sarebbe di certo disposta a perdere uno dei suoi gioielli in una fase cruciale della stagione. Da valutare nei prossimi giorni l’evolversi della vicenda.

DAILY STAR: “CONTE VOLEVA CHIELLINI AL CHELSEA”

Non solo Alex Sandro, il Chelsea quest’estate ci ha provato anche con Chiellini. Secondo il Daily Star, il vero obiettivo di Conte era il suo centrale alla Juventus, tanto che Roman Abramovich sarebbe stato disposto ad accontentarlo. Il magnate russo si è trovato però di fronte il muro costruito dalla Juventus, la quale ha continuato a considerare incedibile il centrale, al netto anche della recente  partenza di Bonucci.