Sei qui: Home » Editoriale » Il faro nei black-out bergamaschi

Il faro nei black-out bergamaschi

30 minuti di Juventus, giustamente, non bastano per una grandissima Atalanta. Ritmo e talento, i nerazzurri, contro una Signora in giallo che, alla fine, rimane in bianco (o quasi). Un pareggio amaro, visto l’errore di Buffon e quello di Dybala, ma nella fitta trama di passaggi dell’Atleti Azzurri spicca Rodrigo Bentancur.

“Come Pogba”

Lanciato nella mischia dagli infortuni, Bentancur ha dimostrato una maturità spaventosa per un ragazzo della sua età. Che, è giusto sottolinearlo, fino a pochi mesi fa giocava dall’altra parte del mondo. Sì, in uno stadio imponente, come la Bombonera, ma ad altre velocità, con altre idee.

Rodrigo, invece, s’è calato perfettamente nel nuovo contesto di gioco. “Come Pogba”, va ripetendo l’ex allenatore Schelotto, e, forse, il paragone ci può stare. Non si somigliano, ovviamente, ma la prepotenza con cui si sta prendendo il suo spazio è quella.

Anche contro l’Atalanta, in una Juve a fasi alterne, Bentancur è riuscito a essere un faro continuo. Gli 86 tocchi dimostrano la sua centralità, il suo farsi trovare: senza paura, ché non ha mai saputo cosa sia. Sbaglia poco e niente, paradossalmente più nelle cose “facili”. L’ha detto Allegri, pure per spingerlo a crescere.

LEGGI ANCHE:  Dybala senza freni su Allegri: "Succedeva alla Juventus!"

Tocchi: 86 (terzo, dopo Dybala e Chiellini)

Passaggi: 70 (secondo, dietro Chiellini)

Precisione passaggi: 87%

Passaggi lunghi: 7 (6 completati)

Contrasti vinti: 1

Passaggi intercettati: 2


Ora Allegri è in difficoltà

Ora avrà il giusto premio della convocazione con il suo Uruguay – una nazionale, ancora una volta, piena di talento. Altra esperienza da mettere nell’enorme bagaglio che si sta costruendo. Ma, dopo la sosta, sarà il momento di fare sul serio.

I ritorni di Pjanic, Marchisio e Khedira metteranno Allegri in una beatissima difficoltà. Un’abbondanza inattesa appena un mese fa: un po’ sottovalutazione dei nuovi, un po’ (realisti) dubbi sulla condizione di alcuni.

Bentancur, però, saprà farsi largo – con le spalle che, lavorando duro, stanno diventando sempre più larghe. I più fronti gli daranno minuti e consapevolezza: il cocktail giusto per chi vuole diventare grandissimo.