Juve-Toro, Moggi: "Da questa sera potremo valutare meglio i bianconeri"

Juve-Toro, Moggi: “Da questa sera potremo valutare meglio i bianconeri”


Il derby di Torino si avvicina ed è arrivato il momento di capire il vero valore della Juventus. Luciano Moggi, ex dirigente della società bianconera, è certo che la partita di questa sera sarà significativa per il prosieguo del campionato, anche perché la Juve si ritroverà di fronte alla prima vera sfida difficile in Serie A. Tramite il quotidiano Libero, Moggi ha espresso il suo punto di vista: “Procedono appaiate lo spettacolare Napoli e la pratica Juve, per un duello in vetta che avevamo previsto. Una Signora non bella però ancora vincente, con Higuain sempre a mezzo servizio, ma con ottime risposte dal giovane Bentancur, da Cuadrado e dal vecchio Barzagli, mentre Mandzukic merita una citazione particolare per il gol che ha messo k.o. la Fiorentina. Per il resto solo sufficienze, nessuno che abbia messo in mostra le proprie potenzialità, a cominciare da Dybala“. Nell’ultima gara interna contro la viola sono in pochi ad essere salvati, ma va riconosciuto alla Juve la capacità di vincere anche nei momenti più ostici.

Juve, attenta a Belotti!

Luciano Moggi sa cosa vuol dire soffrire, e sa riconoscere i momenti più difficili grazie ad un’indiscutibile esperienza. La Fiorentina è una gran bella squadra, ma non è attualmente nel suo momento storico più favorevole. I cugini granata, invece, si stanno riconfermando, prestazione dopo prestazione, ad altissimi livelli (sommando i punti di Juventus e Torino fino alla quinta giornata, 26, si ottiene un punteggio superiore rispetto a quello delle milanesi, la cui somma fa 25).

Proprio la vittoria di misura con la Fiorentina evidenzia ancora una volta quali e quante possibilità abbia questa squadra, anche soffrendo e in giornate di scarsa vena. Mi sembra però doveroso sottolineare come i viola non siano attualmente test attendibile per giudizi definitivi. E siccome oggi sarà di scena all’Allianz Stadium il Toro di Cairo, che ha espugnato Udine con Belotti e compagni in gran forma, sarà questo il momento in cui potremo valutare meglio i bianconeri“. Sembra banale dirlo, ma il Gallo ha già fatto male alla Zebra, ed è quindi vietato abbassare la guardia, con un Napoli così scatenato, e una classifica generale inevitabilmente ancora molto corta.