Ranieri: "La Juve è una macchina perfetta, me l'aspettavo così Spagna-Italia"

Ranieri: “La Juve è una macchina perfetta, me l’aspettavo così Spagna-Italia”


A Radio anch’io Sport è intervenuto questa mattina l’ex tecnico bianconero Claudio Ranieri. Tanti i temi trattati dall’attuale allenatore del Nantes. Questi alcuni estratti.

SERIE A

Penso che il campionato si stia equilibrando. La Juve vorrà vincere ancora perché è una macchina perfetta, ma le altre si stanno avvicinando. Buon campionato a tutti”

NAPOLI

“L’ho vista anche ieri sera, è una squadra quadrata che sa quello che vuole. Deve lottare, se poi lo vincerà è un altro discorso, non voglio dare troppe responsabilità ai giocatori. Se la possono giocare”. 

MONTELLA

“Voglio parlare in generale degli allenatori: noi vorremmo tutto e subito ma questo è difficile. Montella ha avuto un mercato da dieci, ma serve tempo per plasmare la squadra come gioco, mentalità e personalità. Ieri il Milan aveva iniziato bene, poi al primo gol si è sfaldato”. 

VAR

“Sono positivo per il rispetto delle regole. Troveremo sempre da dire, non ci sta bene nulla. Per me è una cosa super positiva, con la tecnologia che c’è mi sembra una cosa molto naturale”

SPAGNA-ITALIA

“Me l’aspettavo, perché con una squadra come la Spagna era logico prevedere delle difficoltà. Io credo che si andrà ai Mondiali, l’Italia è una squadra che sta uscendo fuori e sta facendo bene. Il 4-2-4? Non so, ogni allenatore ha le sue idee, lui ha iniziato il progetto così. La squadra deve avere equilibrio, i moduli lasciano il tempo che trovano. Lui ha voluto continuare il suo percorso sperando poi che i calciatori capiscano questo. Io non avrei messo il 4-2-4, ho un’altra filosofia: resto profondamente italiano, anche se sono stato toccato dalle idee di Sacchi”