Radar Juve - I prestiti della Juve in giro per il mondo

Radar Juve – I prestiti della Juve in giro per il mondo


Con il termine della sessione estiva di mercato riparte “Radar Juve”, la rubrica settimanale ideata da SpazioJ per tenervi informati sulle prestazioni dei bianconeri in prestito in altre squadre. Un esercito composto da una cinquantina di giocatori, tra esuberi, giovani speranze e promesse non mantenute. Marotta e Paratici hanno tra le mani molte carte che in futuro, se monetizzate, possono aumentare il capitale, ma anche facilitare alcune trattative di mercato sotto forma di contropartite tecniche. Conosciamoli in maniera più dettagliata:

Moise Kean (Verona): Dopo la stagione degli esordi da record, il giovanissimo Kean giocherà nel Verona per trovare una continuità che alla Juventus non gli poteva essere garantita. L’attaccante diciassettenne però non ha cominciato con il piede giusto, allontanato dal raduno della Nazionale Under 19 per motivi disciplinari.

Mattia Caldara (Atalanta): Ha la Juve nel destino, ma prima di tornare alla base il giovane difensore dovrà confermarsi un’altro anno a Bergamo. Non sarà facile replicare i 7 gol della scorsa stagione, ma se saprà continuare a guidare la difesa nerazzurra i bianconeri hanno trovato un altro tassello per ricomporre un pacchetto arretrato degno della BBC.

Leonardo Spinazzola (Atalanta): Estate tribolata per l’esterno cresciuto nelle giovanili della Juventus. Il ritorno in bianconero sembrava ad un passo, tanto che Spinazzola aveva rifiutato la convocazione per la prima di campionato contro la Roma, allenandosi a margine del gruppo. Poi Marotta ha deciso di rispettare le esigenze dell’Atalanta, lasciando che il prestito del ventiquattrenne rispetti la scadenza naturale fino a giugno 2018.

Riccardo Orsolini (Atalanta): Acquistato dalla Juventus a gennaio, il giovane classe ’97 ha proseguito il processo di crescita in prestito all’Ascoli, prima di incantare tutti nel Mondiale Under 20 disputatosi pochi mesi fa in Corea del Sud. Ora Orsolini giocherà la sua prima stagione in Serie A alla corte di Gasperini, che sa bene come valorizzare i giovani.

Pol Lirola (Sassuolo): Il terzino spagnolo è pronto ad affrontare la stagione della conferma in neroverde. Arrivato in prestito biennale dalla Juventus la scorsa estate, il classe ’97 ha vissuto un’ottima prima esperienza in Serie A, con 29 presenze tra Serie A ed Europa League, condite da un gol e 4 assist. Adesso Lirola è chiamato a guadagnarsi il posto alla Juve, alla ricerca di un esterno per il futuro prossimo.

Rogério (Sassuolo): Il terzino sinistro brasiliano torna in prestito al Sassuolo, il club da cui la Juventus l’aveva prelevato nel 2016. Nell’ultima stagione il giovane classe ’98 è stato impiegato nella Primavera di Fabio Grosso, con cui ha disputato 24 partite, con 1 gol fatto e 4 assist.

Rolando Mandragora (Crotone): Dopo una stagione vissuta interamente in infermeria per una frattura al piede destro, anche Mandragora si è messo in luce con la maglia della Nazionale Under 20 e ripartirà dal Crotone. In Calabria il centrocampista napoletano avrà la possibilità di acquisire un rendimento costante, necessario per tornare alla Juventus da protagonista.

Federico Mattiello (Spal): Dopo i due terribili infortuni alla tibia che l’hanno tenuto lontano dai riflettori nelle ultime due stagioni, Mattiello riparte dalla neopromossa Spal. Il terzino scuola Juve vuole dare un calcio alla sfortuna e ricominciare il suo processo di crescita, con l’obiettivo di tornare a vestire un giorno la maglia bianconera.

Mattia Vitale (Spal): L’altro bianconero alla corte di Semplici é Vitale, centrocampista centrale che nella scorsa stagione ha militato nel Cesena, collezionando 24 presenze e un assist tra campionato e Coppa Italia. Reduce anch’egli da un buon Mondiale Under 20, con l’impegno può trovare un posto al sole in Emilia.

Alberto Brignoli (Benevento): L’ultima stagione vissuta tra Leganes e Perugia non ha dato i frutti sperati. L’ex Sampdoria torna in Serie A, ma ancora una volta per fare la riserva. Vedremo se a Benevento riuscirà a soffiare il posto da titolare a Belec.

Tomás Rincón (Torino): Nei 7 mesi di permanenza alla Juventus non ha dato le giuste garanzie, collezionando 19 presenze. Il Toro ha puntato su di lui acquistandolo con la formula del prestito oneroso a 3 milioni più 6 per il diritto di riscatto, che diventerà obbligatorio quando il calciatore avrà raggiunto il 50% delle partite di campionato.

Emil Audero (Venezia): Quella che attende il giovane portiere italo-indonesiano è la prima stagione da titolare tra i professionisti. Dopo un anno come terzo alla Juve, il Venezia sembra un buon trampolino di lancio per l’ex estremo difensore della Primavera.

Alberto Cerri (Perugia): Può essere lui il nuovo bomber dei bianconeri in prestito. L’ex Spal ha infatti cominciato nel migliore dei modi la stagione, mettendo a segno una tripletta nel terzo turno di Coppa Italia contro il Benevento. Il 2018 potrebbe essere il suo anno.

Joel Untersee (Empoli): Stagione positiva a Brescia per l’esterno destro sudafricano cresciuto in Svizzera. Resterà ancora in B, questa volta a Empoli, con cui cercherà di guadagnarsi la promozione in Serie A.

Luca Coccolo (Perugia): Terzino classe ’98, alla prima esperienza tra i professionisti dopo una buona stagione nella Primavera bianconera.

Timothy Nocchi (Perugia): Dopo un anno da titolare in Lega Pro con la maglia del Tuttocuoio, l’ormai ventisettenne portiere toscano disputerà la Serie B a Perugia, dove si giocherà il posto con Rosati.

Luca Marrone (Bari): Dopo l’esperienza nella passata stagione in Belgio con lo Zulte Waregem, Marrone torna in Italia. Il ventisettenne centrocampista torinese ha deciso di accettare l’offerta formulatagli da Sean Sogliano, responsabile dell’area tecnica del Bari, dirigente con cui l’ex giocatore del Sassuolo ha lavorato in passato. Grosso vuole affidare a Marrone le chiavi del centrocampo dei biancorossi, ma non solo: il calciatore di proprietà della Juventus potrebbe dire la sua anche come regista difensivo, ruolo in cui è stato apprezzato da Antonio Conte sia a Siena che sotto la Mole.

Andrés Tello (Bari): Dopo un anno all’Empoli, il terzino colombiano riparte da Bari, dove ritroverà Fabio Grosso che l’ha avuto a disposizione per qualche partita nell’esperienza alla Primavera della Juventus. Anche lui è in cerca di riscatto dopo una stagione non proprio entusiasmante in Toscana, ed é già a segno nel match contro l’Empoli.

Ferdinando Del Sole (Pescara): Trequartista napoletano classe ’98, acquistato l’ultimo giorno di mercato dal Pescara e rigirato in prestito proprio agli abruzzesi. Lo scorso anno con la Primavera dei delfini ha messo a segno 15 gol e 8 assist in 27 presenze.

Fabio Morselli (Pescara): L’attaccante diciannovenne ha trascorso l’ultima stagione tra Torino e Carpi, dove ha trovato continuità e gol. Da verificare se a Pescara verrà ancora impiegato nella Primavera o se riuscirà a ritagliarsi un posto in prima squadra.

Roman Macek (Cremonese): Al Bari non ha invece lasciato il segno il giovane Macek. Il centrocampista ventenne giocherà a Cremona, dove si appresta a vivere la prima vera occasione per lanciarsi nel calcio dei grandi.

Pol Garcia Tena (Cremonese): Dal 2014 gioca in Serie B, dove ha vestito le maglie di Vicenza, Crotone, Como e Latina, per un totale di 80 presenze e 3 gol. Quest’anno il ventiduenne spagnolo guiderà la difesa della neopromossa Cremonese.

Luca Clemenza (Ascoli): Lasciarsi alle spalle il terribile infortunio al crociato e far divertire i tifosi. Sono questi gli obiettivi di Clemenza per la nuova avventura all’Ascoli. Il trequartista classe ’97 è alla sua prima esperienza tra i professionisti, e per mettersi in mostra ha scelto una piazza in cui l’anno scorso hanno brillato Orsolini e Cassata (quest’ultimo finito al Sassuolo).

Dario Del Fabro (Novara): Reduce da una stagione positiva a Pisa (ma di proprietà del Cagliari), il difensore centrale classe ’95 è stato subito girato in prestito al Novara, dove si giocherà il posto da titolare insieme a Troest e Mantovani.

Luca Barlocco (Pro Vercelli): Dopo due ottime stagioni in Lega Pro con le maglie di Carrarese e Alessandria, diventando secondo la critica uno dei migliori giovani della competizione, finalmente è giunto il momento del salto di categoria per Barlocco. Il terzino classe ’95 ha tutte le carte in regola per mettersi in mostra con la maglia della Pro Vercelli.

Davide Cais (Carrarese): L’attaccante ventitreenne giocherà ancora una volta in prestito alla Carrarese, dove sembra aver trovato un ambiente favorevole.

Nazzareno Belfasti (Pro Piacenza): Terzino sinistro classe ‘93 in cerca di rilancio dopo due stagioni decisamente sottotono con una manciata di presenze tra Feralpisalò e Carrarese.

Claudio Zappa (Pistoiese): Alla Pistoiese ritrova il tecnico Indiani, che lo ha allenato per sei mesi a Pontedera. Il terzino ex Pordenone ha già fatto sapere che quest’anno giocherà qualche metro più avanti vista la sua propensione ad offendere.

Cristian Bunino (Alessandria): Dopo le 8 reti nella scorsa stagione, tocca all’ex Siena caricarsi sulle spalle la pesante eredità di Bocalon (finito alla Salernitana). L’attaccante piemontese, arrivato in prestito con diritto di riscatto e contro riscatto, ha tutte le carte in regola per continuare il processo di crescita in Lega Pro.

Nicola Mosti (Gavorrano): Premiato a giugno dall’Unione Nazionale Veterani dello Sport della sezione di Massa con il riconoscimento di “Atleta dell’anno”, Mosti si appresta a vivere a soli 19 anni la prima esperienza da professionista con la maglia del Gavorrano. Il fantasista toscano è reduce da una buona stagione con la maglia della Primavera bianconera, autore di 8 gol e un assist in 30 presenze.

Giulio Parodi (Pordenone): Ancora in prestito al Pordenone, dove l’anno scorso aveva collezionato 14 presenze e un gol, il difensore centrale classe ’97 è partito con il piede giusto segnando al 90’ il gol vittoria nel match di Coppa Italia contro il Lecce. Un gol che per lui vale doppio, essendo nato e cresciuto a Bari, rivale storica dei salentini.

Alberto Gallinetta (Ravenna): Stagione fondamentale per il venticinquenne, all’ultimo anno di contratto con la Juventus. Dopo un’anno al Santarcangelo vissuto interamente in panchina all’ombra dell’esperto Nardi, l’estremo difensore riparte da Ravenna dove proverà a convincere la dirigenza bianconera a rinnovare la fiducia nei suoi confronti.

Eric Lanini (Vicenza): L’ex Juve Primavera non ha dimostrato di avere un buon feeling con il gol nell’ultima stagione vissuta a metà tra Westerlo e Matera, dove ha collezionato un totale di 20 presenze e 3 gol. Ora Lanini si giocherà le sue cartucce al Vicenza di Torrente.

Pietro Beruatto (Vicenza): Reduce un’annata sfortunata per un brutto infortunio alla spalla che lo ha tenuto lontano dai campi di gioco per quattro mesi, Beruatto ha collezionato nel corso della stagione 15 presenze con la maglia della Primavera bianconera. Ora il terzino classe ’98 è chiamato a giocarsi le sue chance a Vicenza, ma vista la giovane età avrà tempo e modo di mettersi in mostra.

Nicolò Pozzebon (Mestre): Dopo una stagione vissuta a metà tra l’Under 21 del Groningen e il Piacenza, l’attaccante ventenne è alla ricerca di continuità.

Stefano Padovan (Casertana): Partito fortissimo con la maglia del Foggia lo scorso anno, ha poi perso la via del gol, terminando la stagione al Pordenone. Ora il ventitreenne attaccante torinese guiderà l’attacco della Casertana.

King Udoh (Fermana): Attaccante classe ’97, lo scorso anno 18 presenze e un gol in Lega Pro con la maglia del Pontedera.

Andrea Melani (Massese): 19 anni, 190 cm di altezza, lo scorso anno titolare inamovibile della Primavera del Carpi. La prima esperienza tra i professionisti di Melani sarà in Serie D con la maglia della Massese. Un giovane difensore centrale tutto da scoprire.

Matheus Pereira (Bordeaux): Il club francese ha acquistato il diciannovenne centrocampista brasiliano in prestito con diritto di riscatto. Pereira ha giocato in prestito all’Empoli per i primi sei mesi della passata stagione ma la Juventus decise di riportarlo alla base nel gennaio del 2017 in quanto in Tocana non aveva avuto abbastanza spazio. Pereira ha passato l’ultima parte della passata stagione alla Juventus Primavera e adesso ha una nuova opportunità per mettersi in mostra in un campionato europeo di primo livello.

Francesco Margiotta (Losanna): Rinnovato per un altro anno il prestito al Losanna. L’attaccante torinese, che ha saltato la seconda parte della scorsa stagione per un infortunio al crociato, vuole tornare protagonista in Svizzera (8 gol e 5 assist in 18 presenze), e lo ha fatto già capire. Nelle prime 6 uscite stagionali, infatti, ha già messo a segno 3 gol, segno che il piede è già caldo.

Alhassane Soumah (Chiasso): Dopo Marzouk, anche quest’anno l’attacco del Chiasso sarà guidato da un bianconero. Il ventunenne Soumah, ex Cercle Bruges, ha già messo a segno il primo gol con la maglia dei rossoblu.

Nicola Leali (Zulte Waregem): Titolare in Europa League, alternato con Kapino in campionato. Nonostante la vittoria della Super League greca, l’ultima stagione con la maglia dell’Olympiacos non è stata indimenticabile per Leali, che ha mostrato di avere ancora delle lacune. Quest’anno riparte dal Zulte Waregem (massima divisione belga), preferito ad altre destinazioni per la partecipazione all’Europa League. Dopo le prime 5 giornate di campionato, però, il portiere classe ’93 deve ancora fare il suo esordio stagionale.

Vajebah Sakor (Göteborg): Mediano ventunenne nato in Liberia, ma con passaporto norvegese, l’anno scorso ha giocato prima al Willem II e poi al Vålerenga. A luglio è passato al Göteborg con cui ha messo a segno un gol dopo appena 20 secondi dal suo esordio con la maglia biancoblu.

Laurentiu Branescu (Dinamo Bucarest): Ancora un anno in prestito alla Dinamo Bucarest per il portiere rumeno, che lo scorso anno aveva saltato la seconda parte di stagione per un infortunio al ginocchio. Quest’anno sembra però essere stato superato nelle gerarchie da Penedo.

Stefano Beltrame (Go Ahead Eagles): Non riesce a decollare la carriera del trequartista classe ’93. Dopo un anno al Den Bosch, con cui ha collezionato 3 gol in 29 presenze, Beltrame resta nella Serie B olandese dove si giocherà le sue carte con la maglia del Go Ahead Eagles.

Giorgio Siani (Den Bosch): Trequartista ventenne, la scorsa stagione in prestito al Tuttocuoio. Quest’anno riparte dalla Serie B olandese.

Mattias Andersson (Den Bosch): I dirigenti bianconeri lo hanno scovato durante la Youth League, quando vestiva la maglia del Malmoe. Quest’anno il difensore classe ’98 vestirà la maglia del Den Bosch.

Stefano Pellizzari (Wattens): La prima esperienza tra i professionisti del ventenne Pellizzari sarà nella serie cadetta austriaca, dove guiderà la difesa del Wattens. Il difensore centrale ha firmato un prestito annuale e rinnovabile.

Roger Tamba M’Pinda (Wattens): ll filo diretto tra Juve e Wattens prosegue con il diciannovenne Roger Tamba M’Pinda. Anche il centrocampista francese, di ritorno dall’esperienza semestrale con l’Ascoli, giocherà infatti questa stagione con la maglia biancoverde.

Vlad Marin (FCV Dender): Per il terzino sinistro classe ’95 è la seconda stagione nella terza serie belga, dove l’anno scorso ha collezionato 10 presenze.

Alfredo Spedicato
–  @AlfredSped –