Caldara: "Alla Juve ci sarà solo da imparare, mi calerò nella mentalità"

Caldara: “Alla Juve ci sarà solo da imparare, mi calerò nella mentalità”


Mattia Caldara, futuro difensore della Juventus, ha rilasciato un’intervista sulle colonne de La Gazzetta dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

“Alla Juve non avrò tempo per sbagliare: questa stagione all’Atalanta mi servirà per fare altra esperienza. Sono grato al club che mi ha mandato in B quando era giusto per crescere”. 

SUGLI IDOLI, CHIELLINI E NESTA

“Di Chiellini mi piacerebbe avere la grinta, che non penso sia nelle mie corde, e la forza sull’uomo. Di Nesta vorrei ereditare l’eleganza e la testa, capiva sempre prima dove arriva la palla”.

SUL PASSAGGIO A TORINO

“Non ci sto pensando. Vivrò serenamente il passaggio alla Juve, sono consapevole che prima o poi bisogno staccarsi. Come sono andato a Trapani e Cesena andrò a Torino e mi calerò nella mentalità. Da campioni come quelli della Juventus c’è solo da imparare”.

PREGI E DIFETTI

“Sono molto timido, è una cosa che vorrei correggere. Per quanto riguardo i lati positivi: mi alleno sempre al meglio, è importante per stare concentrato sulla partita. E sono uno che i piedi per terra. Ho genitori, mamma impiegata, papà operaio, che mi hanno insegnato a rimanere me stesso. Questa è una cosa fondamentale”.