Spinazzola: la Juve è un treno da non perdere, ma l'Atalanta fa muro. La situazione

Spinazzola: la Juve è un treno da non perdere, ma l’Atalanta fa muro. La situazione


L’eventuale ritorno anticipato di Leonardo Spinazzola alla Juventus rischia di trasformarsi nel classico “tormentone estivo” di fine mercato. Spinazzola vuole fortemente la Vecchia Signora, i bianconeri lo porterebbero a Torino di corsa, ma al momento è tutto bloccato. La situazione vive una fase di stallo. Infatti, l’Atalanta è ferma sulle sue posizioni e non intende assolutamente privarsi del laterale sinistro. Non con un anno di anticipo. Non nell’anno che vede la Dea giocarsi le sue chance anche in Europa.

L’ATALANTA FA MURO, LA JUVE NON FORZA LA MANO

Inoltre, la Juventus non ha nessuna intenzione di forzare la mano, visti gli ottimi rapporti fin qui avuti con l’Atalanta e testimoniati anche dalle operazioni Orsolini e Caldara. Tuttavia, Spinazzola farebbe davvero comodo ai bianconeri. Il classe ’93, potendo giostrare su entrambe le fasce difensive, risolverebbe in un colpo solo tutti i problemi della Vecchia Signora e consentirebbe alla Juventus di muoversi anche sul mercato in uscita. Con uno tra Asamoah e Lichtsteiner destinato a lasciare Torino. Leonardo farebbe, al momento, carte false pur di trasferirsi sotto la Mole. Per lui, infatti, è pronto un’ importante progetto di valorizzazione che potrebbe consentirgli di essere da subito protagonista in bianconero. Complice il grande talento e soprattutto l’eccellente duttilità tattica. Tutto questo, inoltre, nell’anno che porta ai mondiali in Russia. Insomma, un’occasione da cogliere al volo. Un treno da non perdere. Ma l’Atalanta fa muro. E al momento un accordo appare improbabile.

Come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ieri Marotta ha parlato al telefono con il presidente atalantino Antonio Percassi e suo figlio Luca. Non ci saranno forzature, ma nessuno arretra di un passo: l’Atalanta aspetta l’esterno oggi alla ripresa degli allenamenti. È convinta di poterlo riaggregare, ma pure pronta a metterlo fuori rosa in caso di nuovo ammutinamento. La Juventus, d’altro canto, ha pronta la sua strategia. Aspettare che il diretto interessato e l’Atalanta trovino una soluzione condivisa, in un senso come nell’altro. E poi agire di conseguenza. Magari girando all’Atalanta una valida alternativa. In tal senso il genoano Laxalt è in cima alla lista di Gasperini.

La partita a scacchi tra Juventus e Atalanta per Leonardo Spinazzola sarà ancora lunga e non senza colpi di scena. Si cercherà comunque di trovare, entro il 31 agosto, una soluzione che faccia tutti contenti.

Luca Piedepalumbo