Digiuno finalmente concluso, bentornato Gonzalo Higuain

Digiuno finalmente concluso, bentornato Gonzalo Higuain


Dal 6 maggio Gonzalo Higuain non timbrava il cartellino con la maglia della Juventus, mancando l’appuntamento nei 3 match più importanti in finale di Coppa Italia, di Champions League e di Supercoppa Italiana. Un digiuno dal gol che aveva portato tantissime critiche nei confronti del numero 9 bianconero, sentitosi in dovere di chiedere scusa ai propri tifosi per la partita non convincente contro la Lazio una settimana fa. Contro il Cagliari Higuain ha riniziato a fare ciò che gli viene meglio.

DIFFICILE PRIMO TEMPO

696′ di astinenza. In altre parole 7 partite e mezzo in cui il Pipita non ha trovato la via della rete. Troppo per un bomber del suo calibro, capace di mettere a segno 32 gol alla sua prima stagione a Torino, dopo aver riscritto un record storico a Napoli. All’esordio in Serie A nel campionato 2017/2018 Gonzalo Higuain non ha sicuramente giocato la sua miglior partita: lontano dalla miglior condizione che in particolare nei primi 45′ non gli ha permesso di essere molto partecipe alla manovra offensiva.

BENTORNATO PIPITA!

Nella ripresa inizia a prendere confidenza con la gara facendosi trovare maggiormente dai compagni e venendo bloccato sul più bello da Andreolli al minuto 59′, quando con una finta pregevole si era liberato del proprio diretto avversario. Tutto rimandato di solamente 7 minuti. Alex Sandro mette in mezzo dalla sinistra e il Pipita dopo aver controllato insacca con il mancino nel palo più lontano. Come 12 mesi fa contro la Fiorentina, l’attaccante argentino non manca l’appuntamento alla prima in Serie A.

La sua partita dura altri 240 secondi in cui va vicino alla doppietta, ma trovando un’ottima uscita di Cragno a sbarragli la strada. I tifosi inneggiano la sua uscita e le ultime sconfitte ufficiali sembrano ormai un ricordo. Bisogna voltare pagina e guardare con ottimismo la stagione che potrebbe regalare altri successi alla Juventus e a Gonzalo Higuain.