Del Piero: "La Juve resta la favorita, ma contano le motivazioni. Dybala come i grandi '10' del passato"

Del Piero: “La Juve resta la favorita, ma contano le motivazioni. Dybala come i grandi ’10’ del passato”


L’ex capitano della Juventus Alessandro Del Piero ha rilasciato un’intervista sulle colonne de Il Corriere della Sera. Ai nastri di partenza della nuova stagione, ‘Pinturicchio’ ha tirato le somme riguardo le probabili favorite per la vittoria finale. Con la Juventus sempre davanti a tutti. Amore razionale, non amore cieco. Come spiegato attentamente nelle sue dichiarazioni:

“No. La Juve resta la favorita, fidatevi. Perché negli ultimi anni la distanza delle avversarie è stata così ampia che le prime difficoltà stagionali, come la sconfitta in Supercoppa, non devono portare a conclusioni affrettate. Ricordate l’inizio disastroso di due stagioni fa? Alla fine la qualità della squadra venne fuori. Il punto però non è tanto nel valore assoluto, ma nelle motivazioni. Solo se saranno ancora al top il gruppo storico e i nuovi sapranno resistere alla concorrenza, che quest’anno mi pare qualificata. Non è facile ripartire dopo sei scudetti di fila, e nemmeno dopo la botta di Cardiff, che fa ancora male”. 

PERDITA DI BONUCCI

Fonte foto: screenshot youtube

“Leo è un grande giocatore, nelle ultime stagione è vissuto in simbiosi con la squadra. La Juve ha fatto crescere lui, lui ha fatto crescere la Juve. Non mi sarei mai aspettato che se ne andasse, o che la società potesse decidere di farne a meno. Mi ha sorpreso molto, lo ammetto. Non sarà facile sostituirlo, però la storia del club dimostra che la perdita di un elemento, fosse anche il migliore, non basta a indebolire la struttura se le fondamenta sono solide, e lo sono, e se si è lavorato bene per costruire il futuro”.

DYBALA COME DEL PIERO

“Non lo dico adesso, ma da quando ha giocato le prime partite con la maglia bianconera: ha tutto per indossare il numero 10 alla Juve, intendo non solo le doti tecniche, ma anche quelle morali, la personalità. Gli auguro di godersi quel numero e ciò che rappresenta”.