Spinazzola, frenate e accelerazioni: ma la situazione è chiara

Spinazzola, frenate e accelerazioni: ma la situazione è chiara


Gasp non ci sta. E si potrebbe concludere già qui: perché la situazione di Spinazzola ha rasentato spesso l’inverosimile, e non s’accenna a risolversi. In un modo o nell’altro. Ecco, sì: la questione resiste. Vuoi perché il giocatore si è ormai impuntato: vuole la Juve, solo la Juve (e la vuole subito); vuoi perché i bergamaschi non riescono a trovare un sostituto nel breve periodo. C’è Laxalt, vero: ma il Genoa poi dovrebbe chiudere per un laterale per ora invisibile – con un occhio di riguardo su Kean.

ACCELERATE E FRENATE

La perenne e forsennata corsa dell’esterno diventa allora un paradosso: può un giocatore così veloce andare a rilento sul mercato? Nessuno ci ride su, nessuno lo faccia ora che la situazione resta quantomeno ingarbugliata. Si risolverà, con le buone o con le cattive: ma tutto rientrerà. Quando? Questa è facile: quando l’Atalanta chiuderà per il sostituto dell’ex e quasi neo giocatore bianconero. Tra Ansaldi e Laxalt, Gasperini attende un rinforzo vero, che possa fare la differenza. Che possa fargli lasciare Spinazzola più o meno a cuor leggero.

Risvolto quasi improbabile, quello sul tecnico. Il quale, ad ogni modo, sta per farsene una ragione: perché poi la spinta del ragazzo è risultata decisiva. Ed è stata una mossa assolutamente non concordata con la società di Torino. Una scelta, quella di Leo. Alla luce del sole per mille motivi. Su tutti: la possibilità di rientrare subito nel giro grosso juventino e azzurro Nazionale.

eva

NEI PROSSIMI GIORNI

Dopo aver chiuso Matuidi, la Juve ora si concentrerà sui prossimi due colpi: se per Keita va trovato ancora un accordo con la Lazio, per Spinazzola è stato già tutto organizzato. Verosimilmente, le parti s’incontreranno a campionato iniziato. Per i nerazzurri è previsto un premio di valorizzazione, e magari qualche promessa sui futuri mercati (a Gasp piaceva Bentancur, ma è incedibile): una volta accordatisi sulla cifra, ogni campanello, ogni spia, ogni attimo di titubanza rientrerà e faciliterà il percorso inverso del ragazzo. Carico, a pallettoni pure. Perché questa è l’occasione della vita: finalmente, sul treno giusto, Spinazzola avrà il posto che ha meritato con sudore e fatica.

CriCo

ULTIME NOTIZIE