Bonucci torna a parlare di Juve: "Mio addio non solo colpa mia. I bianconeri sono il passato, ora mi godo il Milan"

Bonucci torna a parlare di Juve: “Mio addio non solo colpa mia. I bianconeri sono il passato, ora mi godo il Milan”


La sconfitta della Juventus in Supercoppa contro la Lazio, con ben tre gol sul groppone di Buffon e compagni, ha riaperto la ferita del ‘capitolo difesa’. Bianconeri sotto accusa per una sintonia arretrata persa. Persa in gran parte per l’addio di Leonardo Bonucci alla casacca della Vecchia Signora. E proprio Bonucci ha parlato anche del suo passato nella giornata di ieri.

SCELTA CONDIVISA

L’ex numero 19 juventino è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport. In gran parte si è parlato di Milan, ma ovviamente si è discusso anche del passato. E Bonucci è tornato sui motivi dell’addio a Torino, confermando in pratica quello già dichiarato da Allegri sabato in conferenza pre-Supercoppa. “Allegri ha detto che il divorzio è stata una decisione mia? Di certo le mie valutazioni non erano più quelle del passato, ma la scelta è stata condivisa con il club, quindi non è solo farina del mio sacco… Tutto parte da Oporto, ma c’era­no stati alcuni episodi già pri­ma, magari meno eclatanti.  La Juve e Allegri durante l’ultima stagione hanno fatto scelte ben precise e io le ho fatte di conseguenza”. Una scelta condivisa, dunque, da tutte le parti in causa.

“JUVE? IL PASSATO”

Bonucci ha poi continuato a parlare del mondo Milan, chiudendo definitivamente il discorso bianconero: “Allegri ha appena detto che lei sarebbe stato il capitano del futuro? Come ho detto, ora per me conta solo il Milan e la Juve è il passato. La ringrazio per quel che mi ha dato, con loro sono diventato uno dei migliori di­fensori al mondo, ma quando fai certe scelte poi ti prendi le responsabilità e hai le tue con­seguenze”.

eva

Bonucci-Juventus, un divorzio che farà parlare di sé ancora a lungo…

Simone Calabrese

ULTIME NOTIZIE