Borsa, boccata d'aria per la Juve: +16% negli ultimi due giorni

Borsa, boccata d’aria per la Juve: +16% negli ultimi due giorni


La Juventus ritorna ad andare a gonfie vele, anche in borsa. Se la sconfitta con il Real Madrid non aveva fermato la voglia di migliorarsi sul mercato, discorso diverso si poteva fare per la crescita del titolo bianconero che, nei giorni immediatamente successivi la finale, aveva perso circa l’11% a causa delle numerose vendite per prese di realizzo.

IL TITOLO IN BORSA TORNA A CRESCERE

Negli ultimi due giorni l’inversione di tendenza: mercoledì un guadagno del 6%, nella giornata di giovedì un rialzo del 9,4%. Un’impennata inspiegabile, quasi del 16%, raccontata nel dettaglio questa mattina da Milano Finanza. La questione è molto semplice: la Juventus è controllata per il 63,7% da Exor e per il 10% dal fondo Lindsell Train, i due azionisti di maggioranza. Pertanto il flottante, cioè la quantità di titoli trattabili di una società, è molto limitato e soggetto a continue variazioni.

BILANCIO DA RECORD

La crescita economica della Vecchia Signora è comunque innegabile. A settembre – ricorda il quotidiano – sarà annunciato il bilancio 2016/2017, che dovrebbe registrare ricavi per oltre 550 milioni. Certo, cifre gonfiate dalle plusvalenze sul mercato e dagli introiti per la Champions, che tuttavia lasciano ben sperare per il futuro economico della Juventus. Sempre in crescita, da sei anni a questa parte.