Orgnoni: "De Sciglio alla Juve? Un'occasione da prendere al volo"

De Sciglio pronto ad iniziare la sua nuova avventura – Il procuratore: “La Juve è un’occasione colta al volo. Tornerà grande”


Un arrivo annunciato da tempo che finalmente è stato reso ufficiale nella giornata di ieri. De Sciglio è pronto ad iniziare la sua storia in bianconero dopo 15 anni di Milan. Per parlare del ragazzo e delle sue prime sensazioni in bianconero, è intervenuto a Radio Crc il procuratore del difensore Donato Orgnoni.

“LA JUVE? UN’OCCASIONE COLTA AL VOLO. CI FU UN APPROCCIO COL NAPOLI LO SCORSO ANNO”

Sul giocatore evidentemente non c’era soltanto la Juve, anzi. Orgnoni ha rivelato un retroscena di mercato: “L’anno scorso c’è stato un approccio col Napoli per De Sciglio, poi è stato bravo Branchini a gestire l’operazione e appena la Juve si è fatta sotto, è stata presa al volo questa occasione.“. Per quanto riguarda il passato in rossonero, non manca una punta di amarezza per come si è concluso il rapporto. Queste le sue parole: “De Sciglio è stato caricato di troppe responsabilità, all’inizio al Milan ha fatto molto bene, poi è arrivato qualche infortunio e poi non ha giocato nel miglior Milan per cui ha pagato un pò la situazione. Poi, quest’anno il Milan ha deciso di investire e chi era già in rosa è stato criticato, anche troppo. 110 presenze senza gol? De Sciglio è un terzino di spinta, ma non ha mai avuto troppe occasioni per spingere e anche la scorso anno faceva il terzo della difesa.”

“DISPONIBILE A GIOCARE DOVE SERVE. TORNERÀ GRANDE”

Ora però è arrivata la Juventus, una squadra vincente per tornare lui stesso vincente. I pensieri di Mattia sono solo alla Juve ed alla nazionale: “Mattia è a disposizione della Juventus ed è disponibile a giocare dove servirà all’allenatore. Ho molta fiducia in Mattia, è più libero di testa e sono sicuro che tornerà il calciatore che conosciamo. Vedremo di giocarci le nostre chance. De Sciglio in Nazionale? Tutti i giocatori sperano di giocare con l’Italia, poi il mister farà le sue scelte, ma il Mondiale è il sogno di tutti.