La Juve del futuro cerca spazio. Marotta studia i vari prestiti dei baby bianconeri

La Juve del futuro cerca spazio. Marotta studia i vari prestiti dei baby bianconeri


C’è la Juve dei grandi, quella che fa sognare tutti i tifosi per la presenza di grandi campioni affermati. E poi c’è la Juve dei baby. Giocatori dal grande talento che potrebbero diventare i campioni del futuro. Ma prima devono maturare. E, per farlo, Marotta e Paratici hanno intenzione di mandare molti di loro in prestito.

TUTTI I TASSELLI

Il nome più importante di questa lista di baby crack è certamente Moise Kean. Il ragazzo classe 2000 ha stupito tutti questa stagione e ora, con il rinnovo di contratto ad un passo, vuole affermarsi giocando. Ovviamente, alla Juve sarebbe difficile, ed è per questo che si sta studiando una soluzione adatta a lui. In pole c’è il Verona, molto affascinato dal giocatore, ma non è da escludere un’avventura estera, in particolare in Olanda. Verona scatenato anche su Federico Mattiello che, dopo i due gravi infortuni, vuole tornare a pensare solo al pallone. Occhio anche alla soluzione Cagliari per lui. Ma la favorita è la Spal. Uno dei giocatori che ha stupito di più quest’anno è Riccardo Orsolini, scarpa d’oro ai Mondiali Under20 e bianconero da poco. Il ragazzo dovrebbe svolgere la preparazione sotto gli ordini di Allegri, e poi si deciderà il da farsi: interessate a lui ci sono praticamente tutte le squadre medio-piccole del nostro campionato. Anche Rolando Mandragora ha impressionato ai Mondiali, e Verona, Bologna e Genoa hanno bussato con insistenza alla porta degli uffici di corso Galileo Ferraris.

Simone Calabrese