Keita: "Dopo le vacanze andrò a Torino". Guerra Lotito-Juve

Keita: “Dopo le vacanze andrò a Torino”. Guerra Lotito-Juve


La questione Keita infiamma il mercato bianconero, e riaccende la miccia di una lotta a livello societario cominciata da tempo immemore tra Agnelli e Lotito, il quale dimostra di non avere nessuna intenzione di cedere. Il giovane attaccante senegalese avrebbe annunciato agli amici, direttamente da Miami: “Dopo le vacanze andrò a Torino”.

Si è parlato di lui anche nell’ottica Milan a riguardo dell’affare Biglia, ma il club rossonero probabilmente si è già reso conto che la Juve è molto avanti in questa trattativa.

Contratto in scadenza

Il ds Tare, braccio destro di Lotito, ha annunciato ieri di non temere di perdere Keita a zero il prossimo anno, visto che ha il contratto in scadenza nel 2018.

Tuttavia, Marotta e Paratici non sono nuovi ad operazioni di questo genere, e non è escluso che decidano di non calcare ulteriormente la mano, ben consapevoli di avere già un accordo con il 14 biancoceleste, che vuole solo la Juventus. E anzi, a sentire i dirigenti laziali, pare abbia già rifiutato parecchie offerte tra i 30 e i 45 milioni da squadre di grosso calibro. L’offerta della Juve, per ora, è ferma sui 15-20 milioni, ed è troppo bassa per la Lazio.

La replica dell’agente

Il procuratore del giocatore, Calenda, via Twitter ha risposto per le rime a Tare e a Lotito: “Tare parla di accordi inesistenti con altre squadre e sventola pubblicamente fantomatici rinnovi da top player e di offerte da tre big. Forse è il momento che informi anche noi. Rimaniamo sempre in attesa della Lazio”.

Tutte le polemiche su Keita alla fine sono soltanto un pretesto per aizzare gli animi e scaldare i toni del presidente biancoceleste, che è giunto a minacciare l’azione legale. Alcune indiscrezioni riportano le parole di Lotito che avrebbe confidato: “I furbi con me si fanno male”.