La tragica notte di Torino, comunicato ufficiale: "1527 feriti, 3 in codice rosso" (FOTO e VIDEO)

La tragica notte di Torino, comunicato ufficiale: “1527 feriti, 3 in codice rosso” (FOTO e VIDEO)


AGGIORNAMENTO ORE 12.00

Prefettura, Questura e Comune di Torino hanno da poco emesso un comunicato congiunto per fare chiarezza su quanto accaduto ieri e aggiornare il bilancio dei feriti:

AGGIORNAMENTO ORE 12.30

Sale ancora il numero dei tifosi. Secondo Repubblica, sarebbero oltre 1400. Confermato il crollo della balaustra che ha provocato panico e vuoto.

AGGIORNAMENTO 10.30

Chiara Appendino, Sindaco di Torino, di rientro da Cardiff, si recerà all’ospedale torinese Regina Margherita per far visita al bambino di 7 anni ricoverato per trauma cranico e toracico.

Le condizioni del piccolo, come riportano i colleghi de La Repubblica, sono stabili, ma resta in progonksi riservata.

La maggior parte dei feriti è stata medicata per lievi contusioni e tagli, sono sette o otto i codici rossi, tra cui una ragazza alle Molinette.

AGGIORNAMENTO 8.00

Sale a olire 1000 feriti il bilancio della tragica notte di Torino. Stando alle ricostruzioni più accreditate, il motivo del panico di Piazza San Carlo è il crollo di una balaustra.

Una balaustra che dava su un sottopassaggio. Forse perché sovraccarica, ha ceduto. Dei ragazzi sono precipitati giù e si spiega così il ‘vuoto’ di cui alcuni testimoni hanno riferito.

Il forte tonfo (si parla di almeno dieci scalini) nella piazza silenziosa ha creato il panico e la psicosi ha fatto il resto. Un lato della piazza ha sentito solo il rumore, dando inizio poi alla fuga.

QUI LE IMMAGINI DEL MOMENTO IN CUI SI È SCATENATO IL PANICO

AGGIORNAMENTO 00.55

È salito oltre i 400, il numero dei feriti negli incidenti di Torino. A riportarlo è Angelo Mangiante di Sky Sport con un post su Twitter. Diverse voci, confermate anche da Maurizio Pistocchi di Mediaset, parlano di un bambino di 4 anni in gravi condizioni: sarebbe rimasto schiacciato dal folle deflusso dei tifosi bianconeri. Secondo Luca Dini, inoltre, ben 5 codici rossi all’ospedale di Torino. Nella notte, si attendono aggiornamenti.

AGGIORNAMENTO 23.58

Stando a quanto riporta SkyTg24, è salito a 200 il numero dei feriti nello ‘scoppio’ di Piazza Castello. Ambulanze e forze dell’ordine continuano a lavorare incessantemente per garantire cure e ristabilire l’ordine. Torino, lentamente, ritorna alla normalità.

AGGIORNAMENTO 23.02

Arrivano le prime testimonianze. Un tifoso parla di ‘voragine aperta davanti ai suoi occhi’. Probabilmente, petardi scoppiati tra la folla hanno scatenato un boato tale da far pensare ad un attacco: da qui, psicosi generale e la paura che ha scatenato la follia. Tante forze dell’ordine, che in questo momento stanno portando via grosse quantità di tifosi.

AGGIORNAMENTO 22.32

Secondo Repubblica, si sarebbe trattato soltanto di uno scherzo finito male. “Uno scherzo stupido ha svuotato un’ala di piazza San Carlo a Torino per qualche minuto – scrive il quotidiano – Qualcuno ha gridato “Bomba, bomba” e centinaia di tifosi che stavano seguendo Juventus-Real Madrid sono scappati togliendo le transenne. La paura è durata poco, ma ci sono stati contusi, travolti dalla calca della gente che si stava allontanando. In terra sono rimaste scarpe, borse e altri oggetti. Dopo qualche minuto però molti sono tornati. La piazza, anche per la delusione del risultato che si va delineando, si sta però lentamente svuotando. Vigili del fuoco e polizia stanno facendo controlli”.

Un’esplosione, forte, è stata percepita a Piazza Castello. Colleghi presenti in zona parlano di ‘grossa esplosione’. Subito evacuata la zona, mentre scorrevano le immagini della partita di Cardiff.

Tancredi Palmeri, inviato di BeInSports, ha così commentato: ‘La situazione non è chiara, c’è gente che scappa, ma ancora non si sa nulla’.

 

Loading...