ESCLUSIVO SJ - Pizzul: "I pronostici prima della partita non contano niente"

ESCLUSIVO SJ – Pizzul: “I pronostici prima della partita non contano niente”


Abbiamo raggiunto telefonicamente lo storico telecronista Rai Bruno Pizzul: la sua voce, che ancora fa emozionare chi ha la fortuna di ascoltarlo, unita alla sua grande esperienza giornalistica, ci ha fatto da guida con una personale visione della partita che vedrà di scena sabato, al Millennium Stadium di Cardiff, tra Juventus e Real Madrid.

“Tutto ciò che accade alla vigilia delle partite, anche alla luce di quelle che sono le sensazioni… sono qualcosa di estremamente soggettivo. Io penso che stavolta la Juventus sembra avere di convinzione in più: due anni fa c’era la sensazione che fosse molto difficile azzardare un pronostico a favore della Juventus. Stavolta penso che la Juve abbia la consapevolezza di potercela fare, e quindi speriamo che vada bene. Siamo sempre lì: noi da una vita continuiamo a parlare di calcio, ma alla fine non vuol dir nulla, perché poi può succedere tutto quello che non si ipotizzava. Allo stato attuale delle cose la Juventus ha la capacità di poter fare gol, la difesa del Real Madrid non è impenetrabile; dall’altra parte la squadra di Zidane ha delle potenzialità offensive incredibili. Si può dire che il pronostico è equilibrato, ma non vuol dire niente: in passato la Juventus passava come la favorita, e proprio in quelle circostanze ha perso. Dovremmo vedere anche come scendono in campo le due squadre. L’allenatore fondamentalmente conta il 20%: anche se continuiamo a ragionare sulla tattica e su cose simili, le partite si vincono se hai i giocatori, altrimenti no.