Allegri-Juventus, c'è profumo di rinnovo: insieme fino al 2020

Allegri-Juventus, c’è profumo di rinnovo: insieme fino al 2020


Comunque andrà a finire la finale di Champions League, non sarà il capolinea del matrimonio Allegri-Juventus. Sembra deciso l’allenatore della Juventus che ha così parlato nei giorni precedenti: “Voglio rimanere e la finale di Cardiff non inciderà assolutamente: la mia decisione l’ho già presa. Dobbiamo vederci“. Stessa volontà espressa anche da Beppe Marotta, secondo il quale il ciclo Allegri non è ancora finito. L’incontro tra le parti, comunque, non arriverà prima della grande sfida col Real Madrid. Fino al 3 giugno tutte le energie fisiche e mentali saranno rivolte verso la finale di Cardiff: soltanto dopo si potrà pensare al tanto atteso rinnovo.

ALLEGRI-JUVENTUS FINO AL 2020

Come già detto, da ambo le parti sussiste la volontà di rinnovare quel contratto. Per questo l’incontro potrebbe essere meno longevo del previsto. Il tempo di limare qualche dettaglio e, magari, adeguare le cifre dell’accordo precedente. Poi spazio alla biro per mettere nero su bianco. Come riporta TuttoSport, “un contratto da cui potrebbe partire il secondo triennio di Allegri alla Juventus, se il rinnovo fosse fino al 2020: la finale di Champions League in programma sabato prossimo ne segnerebbe l’inizio, oltre a chiudere il primo triennio”. La volontà della Juventus è ben chiara: andare avanti con un allenatore che ha fin qui dimostrato la propria mentalità vincente e che è riuscita ad inculcarla ai propri giocatori.

Allegri ha fin qui gestito perfettamente la rosa con intelligenza, grazie anche all’aiuto di una società solida. L’accoppiata, negli ultimi tre anni, ha portato a risultati altamente positivi: ecco perché entrambe le parti sono intenzionate a mantenere intatto questo sodalizio. Se si dovesse continuare a percorrere la stessa via anche la terza componente – quella dei tifosi- non avrebbe di che biasimare. I cori “Noi Allegri non lo vogliamo” sono ormai antichi ricordi da riporre negli scaffali. Adesso Max è l’idolo delle folle, e il volto allegro della figlia Valentina alla cerimonia scudetto ne è l’ennesima dimostrazione.