Juve, il futuro è in casa. Quanti possibili crack nel roster bianconero

Juve, il futuro è in casa. Quanti possibili crack nel roster bianconero


La Juventus sta dominando questi ultimi anni. In Italia sembra non avere rivali, e anche in Europa, con due finali di Champions League in due anni, sta iniziando a consacrarsi. Ma i bianconeri sono una squadra lungimirante, e Marotta e Paratici stanno già lavorando per la Juve che verrà.

Emil Audero

SPAZIO AI GIOVANI

Grazie alle grandi manovre di questi ultimi anni, Marotta e Paratici hanno praticamente già in mano un 11 che potrebbe diventare fortissimo. Ovvio, con i giovani bisogna sempre andarci cauti, ma certi nomi stanno già facendo sognare i tifosi della Vecchia Signora. E, allora, giochiamo un po’: immaginiamo tra qualche anno la Juve del futuro. Senza nuovi acquisti, solo arrangiandosi con giocatori già sotto contratto con i bianconeri. Immaginiamo anche che il sistema di gioco non cambi, ovvero spazio ancora al 4-2-3-1. In porta, il post Buffon potrebbe essere Emil Audero, classe ’97. Già terzo portiere da due anni, il ragazzo sta continuando il suo processo di crescita. La difesa è uno dei fiori all’occhiello di questa Juve, ma lo sarà anche in futuro? Leggendo i nomi, sembrerebbe proprio di sì: a destra Roman Macek, ora in prestito al Bari; centrali Filippo Romagna e Rolando Mandragora; a sinistra Pol Lirola che tanto bene sta facendo a Sassuolo. Cosa hanno in comune questi quattro ragazzi? Sono tutti classe ’97. A centrocampo il futuro è della coppia Bentancur-Vitale. I tre trequartisti sarebbero gli esterni italiani Riccardo Orsolini e Francesco Cassata e il trequartista cipriota Grigoris Kastanos. Punta centrale, ovviamente, spazio al classe 2000 Moise Kean, già accorpato alla prima squadra da circa un anno.

Ovvio, sognare è bello e non tutti questi giocatori riusciranno a sfondare alla Juve. Ma solo a leggere i nomi, i tifosi bianconeri possono stare tranquilli: il futuro è roseo.

Simone Calabrese