Spinazzola, tra la Dea e la Vecchia Signora

Spinazzola, tra la Dea e la Vecchia Signora


Atalanta-Juventus: una gara speciale per Leonardo Spinazzola. L’esterno di Gasperini, in prestito a Bergamo fino al 2018, potrebbe infatti anticipare il suo ritorno a Vinovo. I bianconeri tengono continuamente sott’occhio le prestazioni del classe ’93. Ma com’è andato lo scontro diretto?

SPINAZZOLA, TRA AUTOGOL E SFOTTÒ

Spinazzola rimandato all’esame Juve. L’attuale giocatore dell’Atalanta sente molto la partita, gioca sulla difensiva e spinge poco sulla fascia. Gara quindi insolita per come ha abituato il suo pubblico. L’ottimo primo tempo dei padroni di casa non mette però in risalto la prestazione poco brillante di Spinazzola.

Secondo tempo. Pronti via e la Juve pareggia. Dagli spalti sembrerebbe l’ennesimo gol di Bonucci, invece è proprio Spinazzola a regalare l’1-1 alla squadra di Allegri. Sui social si scatenano i malpensanti. Gasperini non gli perdona il calo fisico e l’imprecisione nel marcare (soprattutto) Dybala quando si allarga. La Dea si schiaccia e non riesce più a ripartire. Oltre all’autogol, perde Dani Alves in marcatura sul momentaneo 1-2 dei bianconeri. Una serata da dimenticare per il possibile e futuro juventino. Al minuto 84 il tecnico nerazzurro preferisce sostituirlo: al suo posto Petagna. Qualche strigliata e altrettanti sfottò che non possono tuttavia segnare negativamente chi dimostra di avere grandi doti, tante da essere addirittura (ri)inseguito da quella Signora che l’ha messo calcisticamente al mondo.

 

 

Loading...