ADL, nuove polemiche: "Higuain? La sua cultura è molto piccola"

ADL, nuove polemiche: “Higuain? La sua cultura è molto piccola”


È un Aurelio De Laurentiis a tutto campo quello che parla a belN SPORTS: da Sarri ai pezzi pregiati del Napoli, passando ovviamente per Gonzalo Higuain.

SARRI, MERTENS E KOULIBALY

Il presidente del Napoli risponde in differita al tecnico Maurizio Sarri che, giorni prima, ha ricordato: “alla fine del prossimo anno c’è una clausola per la rescissione che potrei far valere io oppure la società“. ADL conferma e aggiunge: “Sì, è vero ma Sarri ha un contratto con noi valevole per molte stagioni e la sua clausola penale può scattare soltanto tra un anno. È di 8 milioni di euro: non mi sembrano pochi per andare ad allenare da un’altra parte, o no?“. Uomo avvisato, mezzo salvato. De Laurentiis vuole tenersi stretto il tecnico che ha portato il suo Napoli ad essere ancora più bello. Così come due gioielli della rosa. Mertens e Khoulibaly. Sul belga dice: “Io credo che il suo desiderio sia quello di restare, ma bisogna capire qual è l’idea della moglie…“. Sul difensore, la scorsa estate in orbita Chelsea, rivela: “Gli inglesi mi offrirono 55 milioni, ma risposi a Conte che uno così non si può cedere. A meno che non sia Sarri a dirmi di farlo“.

ENNESIMO CAPITOLO HIGUAIN

Una domanda su Higuain è sempre dietro l’angolo. Il presidente azzurro ritorna sulla sfida di Coppa Italia e continua le polemiche. “Può indicarmi col dito, ma i tifosi non sono stupidi: capiscono perfettamente. Una persona di buon gusto non tradisce la squadra dove si è affermato per andare a giocare nell’acerrima nemica. Qui – prosegue – non c’entra il presidente o il fratello, ma solo la sua cultura che è molto piccola“.

Loading...