ReLIVE Allegri: "Dalla partita di domani passa lo scudetto. Marchisio? Giocherà titolare, farà un grande finale di stagione"

ReLIVE Allegri: “Dalla partita di domani passa lo scudetto. Marchisio? Giocherà titolare, farà un grande finale di stagione”


SCARPONI

Ogni parola è superflua: posso soltanto fare le mie più sentite condoglianze, anche perché lascia una moglie e due bambini. Sono disgrazie che fanno sempre fermare a pensare.”

DANI ALVES

Si tratta di un giocatore che ha vinto 23 trofei nel Barcellona, poi è normale che abbia avuto bisogno di ambientamento, così come Evra. Ha anche perso due mesi per via dell’infortunio, ma per fortuna la Juventus ha Lichtsteiner, un giocatore che ha vinto 5 scudetti consecutivi.”

VOCI SUL BARCELLONA

A me vivere nella tranquillità non piace: se smetto, sarà una scelta definitiva. Ho un contratto con la Juventus e sto benissimo, bisogna lavorare per farle andare meglio. Servono stimoli nuovi, questo è ovvio, ma la priorità di adesso è finire bene la stagione.”

L’IMPORTANZA DI QUEI 29 MINUTI

In una stagione ci son tanti momenti, tutti buoni per capire da che parte bisogna andare: non è una sconfitta che fa capire se la squadra va bene o va male, così come una vittoria. Non ho cambiato perché la squadra ha perso a Firenze, ma si cambia indipendentemente dal risultato. Il momento diventa particolare perché in quel momento si decide di fare cose diverse, ma quel momento è il culmine di un percorso dell’intera squadra.”

PARTITA DIVERSA DALL’ANDATA E MERITI PERSONALI

I ragazzi sono responsabili, straordinari tecnicamente e moralmente. Credo che la forza della Juventus sia lavorare tutti per lo stesso obiettivo: tutti hanno la stessa importanza, anche quello che gioca 1 minuto e tocca 1 pallone. Io meriti non ne ho, mi sono messo a disposizione di un gruppo che aveva già vinto 3 anni in Italia: il mio obiettivo era aiutarli, ma anche loro hanno aiutato me, in una crescita europea, che è sì avvenuta, ma non è ancora terminata. Una volta battuto il Genoa, penseremo alla partita di venerdì: ma ripeto, da domani passa il campionato.”

SALTO DI QUALITÀ A LIVELLO MENTALE

Non c’è stato un momento specifico, ma si tratta di un percorso di società, allenatore e calciatori, che ha portato ad affrontare partite come quella col Barcellona con grande rispetto. La Juventus, però, non ha vinto assolutamente niente: stiamo facendo un percorso importante, ma questo non giustifica la troppa euforia. Il grande entusiasmo ci fa lavorare nel migliore dei modi e serve sempre, ma bisogna rimanere equilibrati e con i piedi per terra, altrimenti rischiamo di cadere. Domani, pertanto, serve una partita tosta.”

BENTANCUR

È uno dei migliori giovani in circolazione, che dovrà fare un percorso di crescita nella Juventus. La Juve si è mossa, come al solito, molto bene con i giovani: lui da luglio inizierà questo nuovo percorso.”

EVENTUALE SOSTITUTO DI CUADRADO E CAMBIAMENTI TATTICI

L’impostazione è quella, poi ci possono essere piccole varianti nel corso della gara, ma dipende dalle caratteristiche dei giocatori messi in campo. Lemina è il vice-Cuadrado.”

SITUAZIONE SIMILE A 2 ANNI FA

Se arriveremo in finale, avremo una consapevolezza ed un’autostima diverse, che sono andate via via crescendo sin dal primo anno di Agnelli. Credo che la Juventus debba abituarsi a giocare certe partite: vincere o perdere, poi, dipende dal gioco del calcio. La serenità, però, deve entrare nel DNA della Juventus.”

GESTIONE DI MARCHISIO

L’altro giorno ha preso un colpo al polpaccio e non potevo rischiare di rimanere con uno in meno. Domani gioca, era già in programma. Deve crescere ancora e sono sempre convinto che per uno che viene da un infortunio al crociato occorre un anno per rientrare ai suoi livelli. Claudio è rientrato benissimo, poi è calato, ma è assolutamente fisiologico: sono sicuro che farà un grande finale di stagione.”

DIFESA NUOVA E ATTACCO INVARIATO

Davanti, giocheranno sicuramente i 4: l’unico dubbio è Cuadrado, devo vedere come sta, valuto oggi. Per la difesa, son talmente tutti bravi che non ho problemi: domani bisogna essere mentalmente pronti per giocare una partita tosta, anche perché all’andata prendemmo 3 gol in 29 minuti, battendo ogni record. Ripeto, domani vale lo scudetto. E Marchisio gioca.”

DOVE MIGLIORARE

Sicuramente, nella gestione della palla. A Barcellona, nella loro metà campo, avevamo troppa fretta e non spostavamo bene il gioco, perciò bisogna lavorarci. Poi, ovviamente, occorre lavorare sulla gestualità tecniche dei giocatori.”

SEMIFINALE ED EUFORIA

Non avrei preferito il Real Madrid, è normale. Comunque sia, il Monaco ha valori tecnici e tattici, bravi giocatori giovani; non ha la storia della Juventus, ma non vuol dire che siamo facilitati per andare in finale. L’obiettivo della Juventus – indipendentemente dall’avversario – è arrivare in finale e vincere la Champions, ma bisogna pensarci da dopo Bergamo. Domani già è una partita che vale il campionato: uscendone con una vittoria, il vantaggio rimarrebbe invariato e potremmo “sbagliare” due partite. Da venerdì prossimo in poi, giocheremo una volta ogni 2-3 giorni, dunque i 3 punti di domani sono di vitale importanza. Pertanto, bisogna giocare con cattiveria mentale, così come nelle ultime giornate. Servirà anche un grande apporto dei tifosi.”

12.03: arriva Allegri, è tutto pronto per la conferenza.

11.45: tra circa un quarto d’ora, il tecnico della Juventus – Massimiliano Allegri – arriverà al Media Center di Vinovo per rispondere alle domande dei giornalisti in vista del posticipo domenicale contro il Genoa.

ULTIME NOTIZIE