Verso Juve-Porto – Chiellini torna in gruppo. Allegri e Dybala domani in conferenza

Banner_Juve_-_Porto probabile formazione juventus porto
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

ORE 18.00 – CHIELLINI IN GRUPPO

Come riporta Juventus.com, la Juventus stamattina si è dedicata agli aspetti tattici con una seduta intensa. Ha partecipato all’allenamento Giorgio Chiellini, che, dunque, molto probabilmente dovrebbe rientrare nella lista dei convocati per il match di Champions League. L’unico che ha effettuato un lavoro differenziato è Stefano Sturaro.

Come già detto, la conferenza stampa di Max Allegri è programmata per le 19.30, mentre quella di Nuno Espirito Santo per le 18.30

 

ORE 15.00 – ALLEGRI IN CONFERENZA

L’allenamento dei bianconeri si è concluso alle ore 13.45 circa. Domani, alle ore 19.30, Massimiliano Allegri sarà in conferenza accompagnato da Paulo Dybala. Si proseguirà, con ogni probabilità, col 4-2-3-1.

ORE 12.30 – L’ARBITRO

Juve-Porto sarà arbitrata dal rumeno Hațegan. Ecco la designazione della UEFA:
14 March 2017, 20:45 CET (Juventus Stadiun, Turin)
Juventus – FC Porto
Referee: Ovidiu Hațegan (ROU)
Assistant Referee: Octavian Şovre (ROU)
Assistant Referee: Sebastian Gheorghe (ROU)
Additional Assistant Referee 1: Radu Petrescu (ROU)
Additional Assistant Referee 2: Sebastian Colţescu (ROU)
Fourth Official: Radu Ghinguleac (ROU)
UEFA Referee Observer: Manuel Enrique Mejuto González ESP)
UEFA Delegate: Eggert Magnússon (ISL)

 

Nessun precedente tra il rumeno e la Juventus. In quanto alle italiane, il direttore di gara ha arbitrato Napoli-Dinamo Kiev 0-0 in questa Champions League, agli scorsi Europei, Italia-Irlanda.

 

ORE 10.30 – LA FORMAZIONE

Archiviata la partita contro il Milan, la Juventus si prepara a giocare il ritorno degli ottavi di finale di Champions League. Juve-Porto sarà una partita da non sottovalutare sotto nessun punto di vista. La Champions League, come abbiamo apprezzato la settimana scorsa, è imprevedibile e non sono ammessi cali di concentrazione. Lo sa benissimo Massimiliano Allegri, che, infatti, non farà nessun tipo di turn over, schierando la squadra migliore per l’occasione.

NON SI CAMBIA MODULO

Neanche quando sono assenti giocatori fondamentali per il 4-2-3-1 di stampo bianconero come Cuadrado e Mandzukic, Allegri ha cambiato il modulo. I bianconeri, infatti, hanno trovato la quadra giusta da quando il tecnico toscano si è schierato con le cosiddette cinque stelle. Largo, dunque, al 4-2-3-1. Dovrebbero tornare, dal 1′, sugli esterni Lichtsteiner e Alex Sandro, anche se potrebbe esserci un ballottaggio tra lo Dani Alvessvizzero e Dani Alves. In difesa ballottaggio tra Barzagli e Rugani per affiancare Bonucci, con il secondo favorito. Non dovrebbero, esserci, inoltre, dubbi a centrocampo: Claudio Marchisio sarà ancora in panchina, con Pjanic e Khedira ad agire in mediana. In attacco, largo ai titolarissimi: Cuadrado e Mandzukic ritorneranno rispettivamente a destra e a sinistra, mentre Dybala agirà al centro con Higuain punta di diamante per l’attacco. L’assalto alla Champions comincia da Juve-Porto: il resto è un’incognita.

Probabile formazione Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Pjanic, Khedira; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain