LE PAGELLE/ Juve-Milan: Benatia da attaccante puro e la freddezza di Dybala al fotofinish

banner_pagelle_SJ
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

LE PAGELLE DI JUVE-MILAN – Dopo il mezzo passo falso di Udine, la Juventus torna a casa in una sfida d’alto fascino. L’ostacolo da superare è la squadra di Montella che è riuscito già a mettere in difficoltà i bianconeri in stagione. Nel primo tempo, ci pensa Benatia a portare in vantaggio la Juve e Bacca a pareggiare. La gara è un susseguirsi di emozioni, ma il clou è al 94′: Dybala realizza il rigore e lo Stadium esplode.

LE PAGELLE DI JUVE-MILAN

BUFFON 6 – Poco protagonista, stasera, soprattutto nel primo tempo. Gli attacchi rossoneri creano pochi problemi a Gigi che può fare poco sul gol di Bacca al primo tiro in porta del Milan. Nel secondo tempo mette fuori palloni pericolosi.

BARZAGLI 5 – La fatica sembra farsi sentire, se poi hai come compito quello di marcare Deulofeu, i problemi possono aumentare. Serata no per il muro bianconero. (LICHTSTEINER 6 – Riesce a contenere meglio le azioni sulla fascia e si procura il rigore decisivo).

BONUCCI 5,5 – Gara dai rullino per il difensore. Solita leadership e precisione, manca un po’ di incisività e sbaglia qualcosa di troppo là dietro.

BENATIA 7 – Allegri gli dona fiducia, lui ripaga subito realizzando il gol del vantaggio da vero bomber. Prende la palla a centrocampo, duetta con Dani Alves, stop and gol. Buona la sua fase difensiva. (80 RUGANI s.v.).

ASAMOAH 6,5 – Parte non benissimo, poi prende le misure agli avversari e cresce nel corso della gara. Ottimo il salvataggio nel primo tempo, un po’ meno il senso della posizione in occasione del gol di vantaggio di Bacca che vale l’1-1.

KHEDIRA 6,5 – Uno dei piu attivi, stasera, Sami. Il centrocampista bianconero è sempre nel vivo del gioco, propositivo e pericoloso in area di rigore. Almeno due o tre azioni lo hanno visto protagonista davanti a Donnarumma.

PJANIC 5,5 – Non una delle sue migliori partite. Mire appare più volte defilato, soprattutto nel primo tempo. Nella ripresa cerca di alzare il ritmo anche con la sua specialità della casa, ma il portiere del Milan è bravo a mettere in corner.

DANI ALVES 6,5 – Allegri lo sposta in avanti per la prima volta e Dani mette in scena una buona performance. Pericoloso più volte nella prima frazione di gioco, l’assist con la palla in profondità per Benatia è da grande professionista.

DYBALA 7,5 – Quando alll’ultimo secondo dell’ultimo minuto hai l’occasione per realizzare il rigore che decide la partita, ci vuole una freddezza immane. Paulo ce l’ha. Un gol pesantissimo, ma più che meritato e che corona un’ottima prestazione.

PJACA 5 – Il forfait dell’ultimo minuto di Mandzukic gli dà una grandissima ocasione per dimostrare il suo valore. Marko ci prova in tutti i modi, sfiora il gol in diverse occasioni, ma alcuni errori rischiano di pesare. Deve crescere, ma il talento è fuori discussione. (88′ KEAN s.v.).

HIGUAIN 6,5 – Non è stata di certo la partita degli attaccanti. I protagonisti più attesi non hanno graffiato, forse anche per merito del portiere rossonero. Gonzalo ci prova anche in mezza rovesciata, ma la porta del Milan è chiusa. Nel finale si infiamma e sfiora più volte il gol.

convocatiALLEGRI 6 – Cambi forzati e sorprese dell’ultimo minuto. Il Mister opta per Dani Alves alto e Marchisio in panchina. La squadra soffre un po’ troppo il contropiede del Milan, ma la vittoria al fotofinish è più che meritata.