De Sciglio corre verso la Juve: due indizi che fanno una prova

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Mattia De Sciglio e la Juventus flirtano da tempo. Il terzino del Milan, infatti, è nelle orbite bianconere fin da quando, sulla panchina dello Stadium, sedeva Antonio Conte. Il tecnico leccese rimase colpito dalle doti del classe ’92, perfetto per il suo 3-5-2. Divenuto CT, ha puntato forte proprio sul giovane rossonero: uno dei migliori a Euro2016.

DE SCIGLIO CORRE DA ALLEGRI

Oggi la storia sembra ripetersi. De Sciglio è legato a doppio filo all’attuale tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, che lo fece esordire nella prima squadra del Milan nella sfida di Champions del 28 settembre 2011 contro i cechi del Viktoria Plzeň.

DE SCIGLIO JUVENTUS, CHE SIA LA VOLTA BUONA?

Ma le motivazioni sono diverse. Una, economica. L’altra, tecnica. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport – Stadio, la situazione societaria del Milan spingerebbe De Sciglio a vestirsi di bianconero. Perché? L’operazione di cessione di Fininvest ai cinesi di Sino-Europe Sports avrebbe subito nuovi intoppi, con un closing tutto da riscrivere.

La Juventus, dal canto suo, è alla ricerca di un nuovo terzino. Dani Alves non ha avuto l’impatto che tutti si aspettavano, Lichsteiner (classe ’84) non è più un ragazzino e Mattiello non offre le dovute garanzie fisiche. I presupposti ci sono (quasi) tutti, che sia la volta buona?


LA PROBABILE FORMAZIONE –> Allegri pensa al 4-3-3. In difesa due cambi rispetto a Udine