Albiol, ancora polemiche: “Era rigore, non cado da solo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Le polemiche post Juve-Napoli, andata di semifinale di Coppa Italia, stentano a placarsi anche a distanza di 10 giorni dall’accaduto.

Stavolta a recriminare ancora sugli episodi è il difensore azzurro, Raul Albiol, che intervistato ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha commentato: “Non cado certo da solo, non ho mai preso un rosso in carriera e non cerco mai di mettere in difficoltà l’arbitro”. 

Sulla polemica, nei giorni seguenti alla partita in questione, era intervenuto anche il centrocampista bianconero, Miralem Pjanic, che aveva detto: “Il fallo non c’era, Albiol ha cercato il contatto ma l’arbitro ha visto bene”. 

Il difensore spagnolo, poi, ha parlato dell’eliminazione in Champions’, dopo il doppio 3-1 contro il Real Madrid, e della situazione in campionato.

Sull’eliminazione dalla Champions’“Era da tempo che non vedevo il Real così in difficoltà. Nel primo tempo abbiamo fatto di tutto per segnare due gol. Nella ripresa abbiamo sbagliato un passaggio ed è nato l’angolo del pareggio. Hanno approfittato della loro fisicità”. Sugli errori di marcatura su Sergio Ramos“Non c’è solo lui: c’erano Bale, Ronaldo, Pepe, tanti che bisognerebbe marcare a uomo. Dobbiamo migliorare, bloccare l’avversario e fare attenzione. Hanno avuto la fortuna di segnare subito ad inizio ripresa e questo li ha tranquillizzati”. E sull’atmosfera San Paolo: “L’ambiente che c’era al San Paolo era incredibile. Anche i calciatori del Real hanno pensato che questa è una città speciale. Ora speriamo nel campionato”. 

Invece, sul campionato e sull’obiettivo secondo posto: “Dobbiamo conquistarlo per andare direttamente in Champions. Fare il preliminare complicherebbe tutto. Giocare ad agosto è complicato, i giocatori vanno ed arrivano, non c’è tempo per lavorare”. Per quanto riguarda le prossime sfide della squadra di Sarri, sulla carta facili, prima della doppia partita contro la Juve: “Ci aspettano due partite bellissime e vogliamo vincerle entrambe. Manca ancora molto però, pensiamo prima a Crotone ed Empoli”.