Prandelli: “Juve? Creata per arrivare in fondo alla Champions. Napoli, solo gioco”

Prandelli
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Cesare Prandelli, ex ct della Nazionale Italiana, è intervenuto durante la trasmissione radiofonica ‘Tutti convocati’ in onda su Radio 24. Vari i temi toccati, tra questi anche la Juventus e il suo cammino in Champions: “Vorrei fare calcio. Punto. Poi all’estero o in Italia, non è un problema. Di squadre ce ne sono tante e poi potrei comunque tornare ad allenare. Ma vorrei trovare una società che avesse il coraggio di dire: ‘ok, noi vogliamo arrivare lì. Noi vogliamo avere un progetto sportivo. Non un progetto economico, non un progetto di valorizzazione, non un progetto di plusvalenze. Il gesto di Morata al pubblico di Napoli non mi è piaciuto. Lo spagnolo in panchina? Le grandissime squadre hanno anche grandi campioni da inserire a partita in corso. Su Belotti mi arrivavano relazione che parlavano di possibilità di crescita illimitate. Finalmente un giocatore con la forza e la struttura per sostenere il peso della Nazionale. La Juventus è nata per arrivare in fondo alla Champions. Il Napoli ha un grandissimo gioco, ma si può affidare solo a quello. Per competere contro squadre come il Real Madrid servono almeno 3/4 grandissimi campioni. Il Real Madrid ha grandi giocatori che risolvono i problemi, al Napoli serve un gioco perfetto per arrivare a certi livelli. Il Napoli è stato protagonista assoluto contro una grandissima squadra. Ieri sera ci hanno fatto sentire tutti napoletani. Sergio Ramos? Quando trovi i grandi giocatori uomo o zona cambia poco, i gol li prendi comunque”.