Chiellini avverte il Milan: "Spero di esserci, è una squadra che mi porta fortuna"

Chiellini avverte il Milan: “Spero di esserci, è una squadra che mi porta fortuna”


Dopo esser uscito claudicante dal campo del Friuli, oggi giornata impegnativa per Giorgio Chiellini negli studi di Sky Sport. Stasera il difensore bianconero sarà ospite di “E poi c’è Cattelan”, in un’iniziativa giudicata simpatica dal difensore. Nel frattempo il 3 bianconero ha rilasciato delle importanti dichiarazioni su Sky Sport 24. Solito linguaggio bellico: Chiellini non gioca partite, combatte battaglie.

“COME STO? BENINO”

“Cattelan? Unico suo difetto essere interista (ride, ndr). Domani farò degli esami ma sto benino, non è nulla di grave. Solo qualche acciacchetto delle battaglie passate. Se giocherò col Milan? Tra domani e dopodomani sapremo qualcosa in più, ma non starò fuori alle lunghe. Il pari con l’Udinese? Non si può essere sempre al 100%, ieri abbiamo giocato una grandissima partita. E’ un buon punto, sarebbe stato meglio vincere ma non possiamo farlo sempre. Abbiamo comunque dato una prova di maturità in una partita importante ed una giornata storta. Riuscire a raccogliere un punto è già un segnale positivo”. Continua poi il guerriero bianconero: “Juve-Milan è una classica del campionato italiano, sicuramente prima valeva molto di più. I rossoneri stanno passando un periodo di ricostruzione disputando un ottimo campionato, hanno tanti giovani che saranno il fiore all’occhiello della nazionale italiana del futuro. La sconfitta dell’andata? Brucia poco, rimpiango molto di più Doha, dove abbiamo perso un’occasione importante per portare a casa un altro trofeo. Adesso conta soltanto questa partita per vincere il campionato. Sarà difficile, loro hanno tanta qualità e velocità. Possono far male in contropiede”.

CHIELLINI: UN DIAVOLO PER CAPELLO PER IL DIAVOLO

Segnai nel 2013 sugli sviluppi di una punizione di Pirlo, dopo la traversa sono stato il più lesto nella ribattuta. Nel 2008 feci gol di testa allo Stadio Olimpico, ho segnato anche in Supercoppa. Spero di esserci perché è una squadra che mi porta fortuna. Aldilà di questo, l’importante sarà segnare un gol in più e vincere la partita. Può segnare anche Buffon (ride, ndr)”.