Rummenigge: “Juve? Meglio incontrarla il più avanti possibile…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In un’intervista al quotidiano sportivo torinese Tuttosport, il dirigente del Bayern Monaco Carl Heinze Rummenigge ha utilizzato parole al miele verso i bianconeri: ha ammesso di volerli incontrare il più tardi possibile in Champions League e si è dimostrato “solidale” nei confronti della squadra di Allegri dopo le tante polemiche che hanno seguito la semifinale contro il Napoli.

CHAMPIONS: JUVE? NO, GRAZIE!

Ha esordito così: “Le big vogliono sempre incontrarsi tra loro il più tardi possibile e quindi mi auguro di incontrarli molto più avanti. Non abbiamo dimenticato le partite della stagione passata. Due sfide interessantissime, dove abbiamo avuto anche un po’ di fortuna: a Monaco sembrava persa, ma alla fine siamo riusciti a riaprirla e passare il turno. Andiamo ai quarti, poi si vedrà…”.

ASSE DI MERCATO

Sull’ipotesi Allegri-Bayern per il futuro, l’ex attaccante dell’Inter ha glissato: “Non posso e non voglio nemmeno rispondere”. E a proposito di italiani, Rummenigge scarta la suggestione Verratti: “Non credo che il Psg lo metterà sul mercato: ha un contratto lungo e a Parigi i soldi non mancano”.

Tra bavaresi e Juve l’asse di mercato ultimamente è molto caldo: Coman con molta probabilità lo riscattiamo, Benatia penso che resterà a Torino. Con la Juve abbiamo un accordo abbastanza chiaro. Un rimpianto? Se ripenso a Pirlo devo ammettere che è sempre stato un mio pallino. Personalmente lo considero un giocatore speciale”.

LE POLEMICHE POST JUVE-NAPOLI

Chiusura sul caos seguito a Juventus-Napoli di Coppa Italia: “Ho letto dei rigori contestati, capisco la rabbia degli azzurri… Però fa tutto parte del calcio. Noi abbiamo segnato al 96’ contro l’Hertha Berlino e per una settimana si è parlato solo di quello. Con Bayern e Juve funziona così. Magari gli arbitri potrebbero essere aiutati con l’utilizzo della tecnologia”.