Sanchez ai ferri corti con l’Arsenal: il cileno in panchina con il Liverpool

Alexis Sanchez è sempre più lontano dall’Arsenal. Il cileno, sempre nel mirino della Juventus, è stato messo in panchina da Arsene Wenger, in vista del match della squadra londinese contro il Liverpool.

SITUAZIONE ESPLOSIVA

La situazione, all’Arsenal, per Sanchez, non è delle migliori. L’esterno classe ’88 ha un contratto in scadenza nel giugno 2018 e non sembra in alcun modo essere intenzionato a rinnovare. Sembrerebbero esserci delle ruggini anche con l’attuale allenatore dei Gunners, Wenger, anch’esso partente in estate. La Juventus ci pensa e ha già chiesto informazioni, ma non è l’unica sul calciatore.

MAROTTA FIUTA L’AFFARE

Come già riportato nei giorni scorsi, Beppe Marotta ha fiutato l’affare. Le indiscrezioni parlano di una prima offerta da 30 milioni di euro, cifra importante per un giocatore che andrebbe in scadenza. Un’offerta che però servirebbe a battere la concorrenza, in primis del PSG, per portare il ragazzo a Torino. Sanchez avrebbe anche voglia di tornare in Italia, dove è esploso e dove ha vissuto stagioni importanti all’Udinese. L’unico problema sarebbe legato all’ingaggio: il cileno guadagna 6 milioni all’anno all’Arsenal. Uno stipendio del genere, a Torino, è superato soltanto da Higuain e, tra qualche settimana, da Paulo Dybala.  La Juventus potrebbe proporre una cifra diversa, ma la trattativa, qualora esista, è ancora in fase embrionale.

Siamo su Google News: tutte le news sulla Juventus CLICCA QUI

Preferenze privacy