Marotta: "La Juve una famiglia, caso Bonucci chiuso, c'è stata una campagna stampa pretestuosa..."

Marotta: “La Juve una famiglia, caso Bonucci chiuso, c’è stata una campagna stampa pretestuosa…”


A pochi minuti dal fischio di inizio di Juventus Empoli ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium il dg dei bianconeri Beppe Marotta, argomenti caldi il caso Bonucci e la prestazione del futuro difensore della vecchia signora, Caldara, oggi autore di una doppietta nella vittoria della dea al San Paolo con il Napoli.

BONUCCI. Su Bonucci ancora una volta Narotta spegne il fuoco e chiude ogni tipo di polemica: “Bonucci, caso chiuso, abbiamo una partita da affrontare e lui è un protagonista. Sapevamo e sappiamo che marzo e aprile sono i mesi più importanti per gli impegni ravvicinati, si entra nel vivo, dobbiamo applicarci come sappiamo fare indipendentemente dal valore dell’avversario, affrontiamo una squadra apparentemente facile ma dobbiamo utilizzare le caratteristiche nel dna della Juventus”. Marotta chiarisce in che modo si è chiarita la questione e si toglie anche un sassolino dalla scarpa: “Tra Bonucci e Allegri si sono chiariti alcuni aspetti come una buona famiglia. La campagna stampa e’ stata pretestuosa, campagna che non c’entra niente con i fatti. La società interviene dove c’è necessità, ci muoviamo come una famiglia, capita oggi alla Juventus, nelle dinamiche del calcio, sempre, questa situazione è stata enfatizzata in modo spropositata rispetto all’accaduto”.

Parole importanti anche per un futuro gioiellino della Juventus, Caldara, autore oggi di una doppietta contro il Napoli al San Paolo con la sua Atalanta: “Caldara ed il Napoli? L’ho visto e ha fatto una prestazione buona, un giovane che sta crescendo che gioca con Gasperini, si riconoscono i meriti per diventare possibilmente un titolare della Juventus, deve fare la sua esperienza in provincia, una grande società e squadra, siamo contenti ed orgogliosi”. 

Aristide Rendina