ReLive - Nuno Espìrito Santo e Andrè Silva presentano Porto-Juve: "Vogliamo vincere, siamo in crescita"

ReLive – Nuno Espìrito Santo e Andrè Silva presentano Porto-Juve: “Vogliamo vincere, siamo in crescita”


Pochi minuti all’inizio della conferenza stampa di Nuno Espìrito Santo, allenatore del club iberico che presenterà la sfida contro la Juventus. Alla stampa si presenterà affiancato da Andrè Silva.

Termina così la conferenza stampa di Nuno Espìrito SantoAndrè Silva.

Il Chelsea e la Juve sono due squadre in forma…

“Se io non penso che sono il migliore, chi lo farà per me? Io devo pensare che sono il migliore. Per cui noi dobbiamo pensare di essere i migliori per vincere”.

Siete pronti per affrontare la Juve?

“Abbiamo grande rispetto per la Juventus che è una grande squadra. Con loro testeremo la nostra forza ma vogliamo partire subito forte”.

La Juve gioca con tre centrali, cosa cambia per un attaccante

“Sono ottimi giocatori, sappiamo reagire a certe situazioni. Ci dobbiamo focalizzare soprattutto sulla difesa ma siamo sicuri di poter fare bene domani. Casillas Buffon sono due grandissimi portieri: noi proveremo a far gol a Buffon”.

La Juventus ha grandi individualità davanti…

“Abbiamo studiato molto bene la Juve. Una squadra solida che ha un grandissimo attacco”.

Dopo Nuno Espìrito Santo prende parola Andrè Silva.

Lei ha detto che la Juve non avrebbe giocato con Cuadrado, Dybala, Mandzukic e Higuain, invece è successo. Questo la preoccupa? Domani Bonucci potrebbe non giocare per il litigio con Allegri. Questo può essere un vantaggio?

“Fate la domanda all’allenatore della Juve. Per me possono giocare tutti quanti, perchè la Juve è forte. Se non dovesse giocare sarà meglio per noi.  Dobbiamo combattere, dobbiamo vincere”.

Dopo l’esperienza al Valencia, ti aspettavi di arrivare a giocarti Liga e Champions League?

“Assolutamente sì, vogliamo giocarci ogni competizione. Vogliamo di più, vogliamo vincere. Adesso la forma dei nostri giocatori è migliorata, anche i nuovi si sono integrati alla grande”.

Qual è la formula per il successo?

“Il segreto del Porto è il collettivo. La fase difensiva è molto importante per noi, è un lavoro di collettivo che vede tutti gli interpreti in campo protagonisti. Non abbiamo problemi, vogliamo vincere. Rispettiamo la Juventus ma siamo uniti e cercheremo di fare la nostra partita”

Cosa si aspetta dalla partita di domani?

“Noi continueremo a dare sempre del nostro meglio, abbiamo superato con facilità molte gare difficili e abbiamo migliorato moltissimo il nostro rendimento e siamo molto carichi per questa sfida contro i bianconeri. Il Porto non ha mai battuto la Juve ma faremo tutto il possibile per battere la Juventus, anche se fino ad oggi non ci siamo riusciti”.

Abbiamo due dei migliori team di tutta Europa. Giocate in casa, cosa cambia?

“E’ una grande partita, ci sono due grandi squadre d’Europa, molto buone, le due migliori direi. Il Porto vuole vincere perchè sta migliorando sempre di più, va sempre meglio, lo aiuterà moltissimo lo stadio pieno, i supporter sono tutti lì ad appoggiare il Porto per vincere”.

Nuno Espìrito Santo a Premium Sport

“Domani capiremo la crescita del Porto, la Juventus ha una rosa pazzesca ma noi giochiamo in casa e siamo fiduciosi. In Italia si dice che sei l’erede di Mourinho… Vorrei essere conosciuto per quello che faccio, è un privilegio essere paragonati ad un grande come Josè Mourinho che ha fatto vivere un sogno al PortoProblemi di spogliatoio nella Juve, può essere un vantaggio per voi? Se mi dite che Bonucci non gioca sono molto felice, ma credo che sarà della partita. Allegri è un ottimo allenatore e sa risolvere i problemi dei bianconeri”. Queste le parole del tecnico ai microfoni di Mediaset Premium prima della conferenza stampa.