Juve inarrestabile, abbattuta la barriera dei 500 punti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La vittoria di ieri ha portato la Juve a 502 punti in campionato. Uno scherzo? No, se sommiamo tutte le vittorie e i pareggi totalizzati dal lontano 2011/2012, il primo scudetto di questa era. Meglio dei bianconeri nessuno.

SEI ANNI DOPO

In quanti si aspettavano un ciclo così? L’evoluzione dei bianconeri in anno in anno ha sorpreso tutto e tutti. Una corazzata pronta a conquistare ogni stagione il titolo come fosse il primo, la stessa fame ogni partita e ormai siamo alla 174esima (circa) da quel Cagliari-Juve.

Gli ingredianti giusti per la vittoria shakerati con un superbo lavoro della dirigenza e un ottimo organico, il tutto servito con la, anzi le ciliegine sulla torta: Conte prima, Allegri poi. I due artefici del ciclo Juventus, le menti brillanti che hanno permesso tutto questo.

I NUMERI E L’ARMA SEGRETA

I dati parlano chiaro: 502 punti contro i 406 del Napoli e i 400 della Roma, le due costanti dietro la Juventus. Capolista indiscussa o quasi. I partenopei, infatti, sono primi nella classifica dei gol segnati, conducendo con 414 gol.

L’asso nella manica della Juve è la BBC e tutti gli altri componenti della difesa. Sono solamente 127 i gol subiti contro i 228 della Roma seconda, una differenza abissale. Nulla di sorprendente però, il miglior attacco è la difesa.