La Juventus si gode Mandzukic, il croato respinge le avance dalla Cina

La Juventus si gode Mandzukic, il croato respinge le avance dalla Cina

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La domanda tra i tifosi è sempre più diffusa: può la Juventus fare a meno di un giocatore come Mario Mandzukic? No, soprattutto in caso di passaggio a una soluzione tattica come quella del 4-2-3-1. Ecco quanto si legge sul Tuttosport.

MANDZUKIC RIFIUTA LA CINA

Non è così semplice rimediare sul mercato un attaccante in grado di svolgere, con dedizione ed efficacia, un lavoro del genere. E infatti il club bianconero sta valutando il futuro, anche perché già in questa sessione di mercato sono arrivate offerte allettanti per il croato. Proposte irrinunciabili a livello economico per tanti, ma non per Super Mario, sempre più idolo della tifoseria juventina: «No grazie», la risposta finora recapitata agli intermediari delle società cinesi interessate. Mandzukic vuole terminare la stagione a Torino e poi chissà, tuttavia il sentimento popolare (che vorrebbe il croato incedibile) si unisce alla volontà della dirigenza bianconera di valutare insieme al giocatore la possibilità di rimanere alla Juventus. Soprattutto qualora il 4-2-3-1 dovesse diventare il credo tattico di base del futuro.

La stima di Allegri per il versatile centravanti è da sempre elevata: spirito di sacrificio, disponibilità, talento e temperamento rendono Mandzukic un elemento difficilmente sostituibile, anche ai massimi livelli. Ecco perché la Juventus valuta la possibilità di lavorare per la sua permanenza, spingendo soprattutto sulle motivazioni dell’attaccante. Il quale, nonostante il curriculum già molto ricco, vorrebbe aggiungere ulteriori trofei, Champions compresa.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy