Zaza-Prandelli: si lavora per un prestito con diritto di riscatto

Zaza-Prandelli: si lavora per un prestito con diritto di riscatto


Otto presenze, zero gol. Simone Zaza non potrà di certo esser contento del suo avvio di stagione in Inghilterra. Le sue apparizioni con gli Hammers non hanno convinto allenatore e tifosi, ecco perché l’attaccante italiano vuole andar via al più presto.

Relegato in tribuna dalla quindicesima giornata, nel match pareggiato 2-2 dal West Ham ad Anfield, pur di giocare Zaza sarebbe disposto pure ad ammortizzare il proprio stipendio attuale da 3,5 milioni.

Zaza-Prandelli:  ipotesi sempre più concretazaza

Ad aspettarlo pare sia proprio Cesare Prandelli, altro italiano espatriato che ultimamente non dorme sonni tranquilli. Il suo Valencia è in zona retrocessione, e cerca di rinforzare il proprio reparto offensivo per evitare la tragica disfatta. Ecco perché Prandelli ha bisogno di Zaza, ma anche l’attaccante classe 1991 ha bisogno di Prandelli.

Il Valencia adesso sta trattando con la Juventus. Possibile un prestito con diritto di riscatto, che diventerebbe obbligo con il raggiungimento delle 10 presenze. La cifra? Poco inferiore ai 20 milioni.

ULTIME NOTIZIE