La partita di Pjanić: alcune buone giocate ma a volte si estranea dal match

La partita di Miralem Pjanić: fa circolare bene la palla ma incide poco


Era l’uomo più atteso del big match contro la Roma, ma Miralem Pjanić non ha potuto dare un grande contributo alla causa bianconera, visto che dopo sei minuti del secondo tempo è stato costretto a uscire per una botta dolorosa all’anca.

BENE NELLA PRIMA MEZZ’ORA – Il bosniaco sente la partita, dopo cinque anni passati sulle sponde del Tevere con la maglia giallorossa, non era facile giocarvi contro con le strisce bianconere addosso, ma si scrolla subito l’emozione grazie al forte pressing dei suoi compagni sulla Roma. La Juventus dei primi minuti corre e sprinta, alzando i ritmi e non facendo ragionare gli uomini di Spalletti: ne giova Pjanić che, seguìto come un ombra da De Rossi e spesso raddoppiato da quell’ossesso di Nainggolan, è costretto a giocare soprattutto di sponda per i compagni (come da foto sottostante. Fonte: Stats Zone), prediligendo Marchisio e un ottimo Sturaro, riuscendo a far circolare bene la palla e dando quella maggiore lucidità in fase di uscita dalla propria metà campo, dettando i tempi della manovra.

gara-pjanic

POCO INCISIVO – Purtroppo, però, con l’andare del match, soprattutto dopo il gol del vantaggio juventino, Pjanić riceve sempre meno palloni giocabili, asfissiato dal pressing maggiore degli ospiti. Il bosniaco si fa vedere poco e sbaglia anche un paio di stop sanguinosi su due potenziali contropiede per i ragazzi di Allegri. Ma è tutta la Juventus che sfrutta male i palloni in uscita per tutto l’incontro, basti vedere la furia di Allegri nel recupero per l’ennesima sfera persa da un confusionario Cuadrado. Da sottolineare, inoltre, che solo un lancio su tre di Pjanić è andato a buon fine. In fase di interdizione non fa mancare il suo contributo, anche se non eccelle. Recupera due palloni e vince altrettanti tackle su quattro, rendendosi anche falloso con tre infrazioni commesse. Purtroppo non riesce mai a trovare il guizzo illuminante per i compagni ed è sostituito da Cuadrado dopo un risentimento per una botta presa nella prima frazione di gioco, che si spera non sia così seria. Una prima gara da ex romanista per Pjanić che non passerà agli annali del calcio.

Loading...