Sfida per lo stacco: una vittoria necessaria ma non fondamentale

Sfida per lo stacco: una vittoria necessaria ma non fondamentale


Il momento più “caldo” della stagione sta per iniziare. La sfida di domani sera è una di quelle più attese, mai banale e, soprattutto, tutta da vivere. Perché sarà lo scontro tra la Signora prima della classe e la diretta inseguitrice, lì al secondo posto. Perché Juve-Roma è la partita per lo scudetto.

SFIDA AL VERTICE

Dopo aver preso le distanze dal Milan, fermandolo la scorsa giornata, la Roma di Luciano Spalletti vuole accorciare le distanze. Con i bianconeri a 39 punti, una vittoria li porterebbe a -1 dal primo posto, un’eventualità che a Torino non vogliono prendere in considerazione. Ecco perché, al di là della sfida tra prime della classe, quello di domani sarà un match accesissimo con due squadre entrambe in gran forma. In questi ultimi anni siamo stati abituati partite adrenaliniche, intense e con qualche polemica di troppo. Allo Stadium, domani, ci sono tutti i presupposti per l’ennesimo scontro “decisivo”.

CONTA VINCERE

Sarà decisivo per decidere chi sarà campione d’inverno, non di certo per lo scudetto. A sottolinearlo è lo stesso Massimiliano Allegri, che in conferenza stampa ha però messo in chiaro un punto fondamentale: si deve vincere. Non conta il fatto che c’è ancora tanto cammino per l’assegnazione del titolo. Domani l’unico risultato contemplato è la vittoria. Per lanciare un ulteriore messaggio alle inseguitrici e per lanciarsi al meglio verso la Supercoppa italiana contro i rossoneri. Vincere aiuta a vincere, e a Doha sarà fondamentale portare a casa il primo titolo stagionale. Il Conte Max lo vuole, la Juventus e i tifosi, pure. Ecco perché contro la Roma ci sarà da dispiegare tutte le proprie energie e qualità, così da arrivare carichi allo scontro del 23 dicembre. Saranno 3 punti per aumentare il vantaggio, per dare morale e per far paura. Non si decreteranno i campioni d’Italia, ma si decreterà la squadra più forte in questo momento.

INTRECCI E RITORNI

La partita di domani non sarà interessante ed emozionante solo per questi motivi. Domani, allo Juventus Stadium, ci sarà infatti il ritorno di Paulo Dybala, che potrebbe partire titolare e non solo. Domani sarà la prima volta da ex di Miralem Pjanić. La prima volta contro i suoi ex compagni della Roma, con un duello con il suo amico Radja Nainggolan che si prospetta infuocato. Il belga, come spesso ha fatto in passato, ha già provato a caricare i suoi e a spingerli verso l’impresa. La casa dei bianconeri è però un fortino molto difficile da espugnare. Il ritorno della Joya causerà non pochi grattacapi ai capitolini, che dovranno stare attenti a lui e al morso dell’ex. Tra quantità, qualità, voglia di vincere e di finire il 2016 in bellezza, Madama non farà sconti in alcun centimetro del campo. Peccato solo per le assenza di Leonardo Bonucci, uno che in queste sfide gode e decide, ma domani ci sarà sicuramente da divertirsi. pjanic-naingg

Sarà la sfida non decisiva più decisiva di questo inverno: sarà semplicemente Juventus-Roma.