Dybala al CorSport: "Barça? Sono legatissimo alla Juve"

Dybala al CorSport: “Barça? Sono legatissimo alla Juve”


Questa mattina il Corriere dello Sport riporta una lunga intervista a Paulo Dybala, la Joya bianconera finalmente tornato disponibile dopo il lungo stop che lo aveva tenuto fermo per oltre un mese.
Ecco i punti salienti delle parole lasciate ai giornalisti.

Dybala ha parlato innanzitutto della Roma, prossima avversaria della Juventus in campionato, sabato 17 dicembre, in quella che potrebbe essere una sfida scudetto importante, perché se la Juve dovesse continuare a vincere volerebbe a +7 dai giallorossi, i quali, in caso di vittoria si porterebbero a -1 dalla Vecchia Signora. Sul fatto che, quindi, la Roma possa essere la vera avversaria della Juve in serie A, Dybala ha dichiarato: “La classifica in questo momento dice questo, in realtà gli anti-Juve sono tanti: vinciamo da anni ed è normale che sia così. E’ presto, però se vinciamo mandiamo un segnale importante alle inseguitrici”.

SU PJANIC, HIGUAIN E MANDZUKIC

DybalaPoi si è parlato dei suoi compagni di squadra, in particolare dei nuovi arrivi, Pjanic e Higuain, e di Mandzukic.

Su Pjanic, l’attaccante argentino ha detto: “Lo vedo sereno, è un grande professionista: in allenamento scherzavamo sull’amicizia con Nainggolan, gli abbiamo chiesto se davvero gli ha tolto il saluto. Non ha risposto”, in riferimento ovviamente alle parole di Nainggolan sul bosniaco.

Su Higuain e Mandzukic, invece, ha dichiarato: “Essere criticati è un destino dei più forti. E’ capitato perfino a Messi. Noi non possiamo chiedergli di più: segna gol importanti, dà sempre tutto e aiuta la squadra. E’ felice di essere alla Juventus. Io lo guardo tanto e cerco di imparare. Fuori dal campo ci frequentiamo, andiamo spesso a cena insieme. Ma non solo con lui: siamo un bel gruppo e si vede. Mario è importante come lo è Gonzalo”. Sulla probabilità di vedere un tridente formato da loro tre ha detto: “Credo che per caratteristiche il tridente si possa fare, magari anche a partita in corso”.

SUPERCOPPA A DOHA

Paola ha accennato anche alla sfida di Supercoppa italiana che vedrà la Juve affrontare il prossimo 23 dicembre, a Doha, il Milan di Montella, con cui la Juve ha subito una delle tre sconfitte ottenute in campionato. A tal proposito, Dybala ha affermato: “Non dimentichiamo la sconfitta di San Siro: sarà una rivincita, vogliamo il primo trofeo della stagione”.

FUTURO AL BARCELLONA?

Certo che non si poteva non parlare delle insistenti voci di mercato che vedono Dybala promesso sposo al Barça. Il 21 bianconero, stavolta, ha usato parole importanti per dimostrare il suo attaccamento ai colori bianconeri, dicendo che i rumors sono soltanto gossip e ha aggiunto: “Sono legatissimo alla maglia bianconera: la gente deve capire che ho un rapporto fortissimo con la Juve e non dare retta alle voci”. Sulla possibilità di prendere il numero 10 lasciato libero da Carlitos Tevez, invece, ha detto: “Il mio numero sarà sempre il 21”.

QUANTO MANCA POGBA?

DybalaUn accenno anche a Paul Pogba, che in estate ha lasciato la Juve per tornare al Manchester United di Mourinho. Si sa quanto manchi un giocatore come il francese e Dybala ne è consapevole: “Ci manca per qualità in campo e ci mancano le risate nello spogliatoio. Anche noi, però, manchiamo a lui: basta guardare la classifica nostra e quella del Manchester United”.

IL RAPPORTO COL MISTER

Una domanda anche sul tipo di rapporto che ha con il mister Allegri, su cui Dybala dice di trattarsi di un “rapporto molto bello: parla con noi, ci fa stare bene. A me ha dato consigli preziosi”.

Infine, una chiusura su Totti, su cui l’attaccante bianconero dichiara: “Fa parte della storia mondiale del calcio, l’ho sempre ammirato”.

 

Loading...