De Juve, 5 spunti da Juve-Atalanta

De Juve, 5 spunti da Juve-Atalanta


Una reazione rabbiosa della Juventus, con la bava alla bocca, spazza via l’Atalanta. La bella favola, però, non finisce qui.

I bianconeri non potevano non vincere, tanto più con un Mandzukic così. E un Pjanić che, da trequartista, illumina. Stona Higuain, ma c’è qualcosa da dire.

1. Juve di testa

La forza mentale della Juventus, ancora una volta, si dimostra spaventosa. La squadra ha risposto prima di testa che di gambe.

Dopo la sconfitta rovinosa di Genova, una reazione era più che auspicabile. Era quasi una conseguenza fisiologica.

La domanda sorge spontanea: i problemi fisici contro il Genoa nascono dalla testa? Forse sì, ma c’è tanto da lavorare.

2. E ora che si fa?

manzoMario Mandzukic è l’emblema della serata bianconera: cattivo, carico e decisivo. Corre per tre e, finalmente, segna.

È spesso stato il suo unico difetto. Tanto che si è preso qualche critica: “ci mette l’anima, ma…”. Contro l’Atalanta, invece, fa tutto bene.

Uno come lui, in queste condizioni, è difficile da tenere in panchina. Ecco perché il ritorno di Dybala sarà un bel problema, in ogni senso. Allegri si è detto aperto a esperimenti.

3. Pjanic, Pjanic…

PjanicMiralem Pjanic è stato un altro protagonista. Da trequartista, senza compiti nella doppia fase, riesce a brillare davvero.

Sarà un assolo isolato in una prova generale poco convincente? Speriamo vivamente di no. È un rischio da ponderare, conoscendo la storia del bosniaco, ma c’è fiducia.

Il suo percorso di inserimento procede. E Allegri potrebbe aver trovato la sua veste tattica, quella forse più scontata. Se per Mandzukic il ritorno di Dybala sarà un problema, la possibile coppia sulla trequarti sarebbe potenzialmente esplosiva.

4. Il falso problema

HiguainGonzalo, Gonzalo: tante chiacchiere, poca sostanza. Le chiacchiere, però, sono soprattutto degli altri. Allegri lo protegge, nel post-partita, ma forse non serve.

I suoi occhi, a fine partita, tradiscono una voglia matta di segnare. Come potrebbe essere altrimenti, per uno che respira gol? Ci ha provato, non tantissimo, ma ha cercato di zittire tutti: una volta di più.

Higuain, però, è stato intelligentissimo: ha dimostrato di essere più di un bomber. È un calciatore completo, sia tecnicamente che tatticamente. Perché se Mandzukic occupa l’area, lui non può che girare intorno e creare. Preferisce brillare meno, ma vincere.

Siamo ancora lì: il ritorno di Dybala è il punto di svolta. Gonzalo tornerà al suo solito posto, alle sue solite abitudini, ai suoi soliti ritmi.

5. L’Atalanta e i suoi giovani

caldara-juventusL’Atalanta ne prende tre, ma non è finita. Anzi: i nerazzurri sono potenzialmente la sorpresa degli ultimi anni in Italia. L’inizio straripante della Juve, però, spezza le gambe ai giovani atalantini.

I giovani, già: Kessié, dopo un po’, soffre. Ma è Caldara, per assurdo, è chi brilla di più. Difensore di sostanza, sicuro, di sicuro avvenire. Magari in bianconero.

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl