Rugani: "Sabato conta solo vincere. Con questi compagni ho tanto da imparare"

Rugani: “Sabato conta solo vincere. Con questi compagni ho tanto da imparare”


Daniele Rugani, difensore centrale della Juventus, ha parlato in esclusiva ai microfoni di “Jtv”. Di seguito le sue parole.

SU PUNTI DI FORZA E LATI DA MIGLIORARE

È una descrizione in cui mi rivedo, è il mio lato migliore, ma voglio modificarla ancora, aggiungendo ulteriori aggettivi positivi. Sono migliorato nei contrasti, e il mister ogni tanto me lo dice. Naturalmente è cambiato il mio modo di difendere rispetto ad Empoli: qui giochiamo spesso uno contro uno, a campo aperto, e spesso c’è bisogno di un fallo. Sto provando a crescere da questo punto di vista, devo continuare a farlo perché il nostro gioco lo richiede“.

SULLA BBC

E’ importantissimo avere compagni così forti, perché puoi imparare tantissimo da ognuno di loro, per un motivo o per un altro. Hanno caratteristiche che si completano a vicenda, e per un giovane come me credo che sia il massimo poter apprendere da campioni così: sono fortunato ad avere questa possibilità, e sto cercando di sfruttarla“.

ruganiDOPO IL GENOA, L’ATALANTA

A Marassi è stata una partita negativa, sotto tutti i punti di vista, soprattutto per quanto riguarda l’approccio sbagliato, un approccio non da Juventus. Abbiamo pagato cara questa mancanza, ora dobbiamo essere bravi a imparare questa lezione e a trarre gli aspetti positivi da questa sconfitta. Siamo un gruppo intelligente, ci farà bene, e lo dovremo dimostrare già sabato contro una squadra in salute come l’Atalanta, che non è più una sopresa. Per noi, c’è solo un risultato: la vittoria. Vogliamo dare subito un segnale forte al campionato, dimostrando a tutti che contro il Genoa è stato un tonfo che ci può stare, ma che ci ha fatto bene“.

SUL SUO PRIMO GOL

Segnare è stata un’emozione fortissima, anche perché era la mia prima partita stagionale. A livello emozionale, in termini di gioia, forse un gol dà ancora di più di un salvataggio sulla linea, soprattutto per uno come me che di reti ne segna poche, ma è anche vero che salvare un gol equivale a farlo. Magari un salvataggio si ricorda meno, ma è comunque qualcosa di speciale“.

SU RUGANI TANTE ASPETTATIVE

Questo mi inorgoglisce tantissimo, e allo stesso tempo mi responsabilizza. Le aspettative ci sono, ora sta a me rispettarle e dimostrare che le parole spese di me non sono state spese a caso. Per far questo conosco solo una strada: lavorare tutti i giorni, imparare, darci dentro e un giorno dimostrare a tutti che ciò che è stato detto su di me era meritato“.

BARZAGLI O BONUCCI: IN CHI SI RIVEDE

Se devo scegliere, mi rivedo di più in Andrea Barzagli, per quanto riguarda il tipo di gioco e di personalità in campo“.

I SUOI SOGNI

Ce ne sono tanti: da calciatore il più grande sarebbe vincere un Mondiale. Da tifoso della Juventus, vincere una Champions sarebbe il massimo, il sogno di una vita“.