Giovanni Kean: "Il futuro di Moise è la Juventus"

Giovanni Kean: “Il futuro di Moise è la Juventus”


In una intervista rilasciata a radioVS (radio ufficiale di VecchiaSignora.com), il fratello di Moise Kean lo racconta. Moise è una promessa del calcio mondiale, è il primo nato nell’anno 2000 a giocare in Champions League. Qualcosa vorrà pur dire.

“Non è come Balotelli”

Kean ha spesso avuto gli occhi addosso. Occhi che lo guardavano come se fosse il nuovo predestinato all’olimpo del calcio. Però, si sa, è in momenti simili che arrivano le malelingue. Nella fattispecie questa volta lo avevano paragonato a Balotelli, un ragazzo con un gigantesco potenziale inespresso per via di un carattere “difficile”, ma cosa ne pensa Giovanni?:”Tanti giornali provano a paragonare Moise a Balotelli, ma lui è tutt’altro. Balotelli ha il suo carattere come ognuno di noi ma Moise non ha mai mancato di rispetto a nessuno“.

I fratelli Kean su Instagram

I fratelli Kean su Instagram

 

A rafforzare questa tesi, Giovanni racconta la routine di Moise quando il calcio gli concede una pausa:”Durante la sosta per le nazionali lui è tornato a casa ed è andato all’oratorio dove giocava da piccolo ad allenarsi. L’umiltà che possiede è una sua grande qualità, non comune agli altri ragazzi della sua età“.
Sicuramente questo tratto lo differenzia in maniera netta da Balotelli.

 

“Ha legato con Sturaro, Raiola è una persona umana

Moise, anche vista la sua attitudine come ha vissuto questo passaggio in prima squadra? Si è legato con qualcuno?:”Moise è un ragazzo che si fa voler bene, si mette a disposizione di tutti. Ha legato principalmente con Sturaro, col quale si fanno gli scherzi e mettono le foto su Instagram“.
Un ragazzo che si comporta da ragazzo, come è giusto che sia. Ma Kean non è uno come tanti altri, e lo dimostra il fatto che a prenderlo sotto la sua ala sia stato niente meno che Raiola, che fiuto per gli “speciali” ne ha da vendere:”Mino l’ho conosciuto e posso dire con sincerità che non è assolutamente il personaggio che i media descrivono. È una persona innanzitutto umana, sa da dove arriva e a Moise parla sempre della scuola, dell’educazione e dell’impegno che deve mettere in campo“.

Giovanni inoltre manda un messaggio a tutti i tifosi juventini preoccupati per una eventuale partenza del giovane talento:”Su Moise si sono mossi molti grandi club, ma nel suo futuro c’è la Juventus“.