La situazione della difesa della Juventus

La situazione della difesa della Juventus


La difesa preoccupa la Juventus. E la cosa suona strana, pensando agli ultimi anni. La solidità dell’intera squadra si basa proprio su una retroguardia di ferro. Ma gli infortuni e la Coppa d’Africa rischiano di creare qualche problema ad Allegri.

Genova da dimenticare

dani-alves

Il pomeriggio di Genova è stato un vero e proprio incubo: da dimenticare, molto in fretta. Come? Vincendo. Anche se, però, qualche problema resterà: gli infortuni di Bonucci e Dani Alves, per esempio.

Leonardo Bonucci tornerà a gennaio: resterà fuori circa un mese e mezzo. Non ci sono indicazioni più precise, ma il centrale dovrebbe tornare per Fiorentina-Juve del 15 gennaio. Dani Alves, invece, ne avrà per più tempo: si dice circa tre mesi. (Anche se lui ha rassicurato i tifosi: tornerà prima).

La situazione della difesa

Le loro assenze pesano di più, però, perché si aggiungono a una situazione già complicata.

Andrea Barzagli è fermo da quasi un mese e tornerà anche lui a gennaio. Giorgio Chiellini, poi, è appena rientrato, ma sta dimostrando una preoccupante fragilità fisica.

Le uniche due certezze sono Daniele Rugani e Medhi Benatia. Fino a fine dicembre, quindi, Allegri dovrà fare affidamento principalmente su di loro.

Chiellini dovrebbe giocare già da domenica, ma è probabile che si tenterà di gestirlo al meglio. Le alternative, essenzialmente, sono due:

  • la difesa a quattro, puntando su Stephen Lichtsteiner a destra e uno tra Patrice Evra e Alex Sandro in difesa;
  • una difesa tre adattata, con uno tra Lichtsteiner ed Evra da difensore centrali atipici.

La seconda soluzione è stata adottata, in qualche occasione, con risultati alterni. Dani Alves, per esempio, ha dimostrato di essere poco incline ad arretrare. Evra, però, ha quasi sempre fatto bene.

Benatia in partenza

benatia-juventus

Il problema, però, è che Medhi Benatia, durante la sosta natalizia, partirà per la Coppa d’Africa. La competizione inizierà il 14 gennaio, ma le nazionali hanno il diritto di convocare i calciatori da due settimane prima.


Le assenze

Andrea Barzagli: 2 mesi (dal 7 novembre)

Leonardo Bonucci: tra 45 e 65 giorni (dal 28 novembre)

Dani Alves: tra i due e tre mesi (dal 28 novembre)

Medhi Benatia: almeno un mese (da inzio gennaio)


Il Marocco debutterà il 16 gennaio, contro il Congo. Chiuderà il girone, contro la Costa d’Avorio, il 24 gennaio. Se dovesse arrivare fino in finale, però, ne avrebbe fino al 5 febbraio.

In questo caso, il peggiore per la Juventus, Benatia tornerebbe verso l’8 febbraio.

Leggi anche: Come la Juventus affronterà il problema Coppa d’Africa

Il ritorno in campo

La Juventus, comunque vada, rientrerà dalla sosta natalizia – ci sarà il Bologna – con due difensori centrali: Rugani e Chiellini, più Barzagli.

Difficilmente, però, si tornerà sul mercato: l’emergenza concreta riguarderà il prossimo mese di dicembre.


Il calendario

3 dicembre 2016: Atalanta-Juve

7 dicembre 2016: Juve-Dinamo

11 dicembre 2016: Torino-Juve

17 dicembre 2016: Juve-Roma

23 dicembre 2016: Juve-Milan

8 gennaio 2017: Juve-Bologna

15 gennaio 2017: Fiorentina-Juve


I bianconeri dovranno giocare cinque partite – tra cui Atalanta, Roma e Milan – con appena tre centrali di ruolo disponibili.

Difesa Juventus

Tuttavia, da gennaio la situazione migliorerà: detto di Barzagli, Bonucci dovrebbe saltare solo una partita in più. Si sono fatti dei nomi, ma acquistare un altro difensore sembra esagerato. Sarebbe una sicura riserva, dopo davvero poco.

Se i recuperi procedessero bene, infatti, dovrebbero esserci tutti contro la Fiorentina. Tranne Benatia: maledizione dalla Coppa d’Africa.

ULTIME NOTIZIE