Allegri: "Raggiunto il primo obiettivo. Mi arrabbio perché facciamo cose da manicomio. E su Conte..."

Allegri: “Raggiunto il primo obiettivo. Mi arrabbio perché facciamo cose da manicomio. E su Conte…”


Primo obiettivo raggiunto. La Juventus vince a Siviglia, si qualifica agli ottavi di Champions League e ipoteca anche il primo posto nel girone, da amministrare a Torino contro la Dinamo Zagabria nel prossimo match. Soddisfatto Max Allegri, l’allenatore dei bianconeri, che ha parlato dopo la partita ai microfoni di Mediaset Premium.

SEGRETO DELLA VITTORIA

“La squadra ha fatto una buona partita, abbiamo subito gol nell’unica occasione loro. La squadra ha fatto molto bene soprattutto nel secondo tempo, loro si sono chiusi molto bene. E’ una bella vittoria, su un campo difficile, il Siviglia è terzo in campionato. Abbiamo raggiunto il primo obiettivo, ora bisogna fare bene in campionato e prepararsi per Doha.

Pensare in grande? Abbiamo vinto una sola partita, ora pensiamo a Genova. Ci vuole molta calma.

Nel primo tempo potevamo fare meglio in velocità e dovevamo essere meno frenetici. Loro si sono difesi bene, è difficile giocare contro 9 difensori e 1 punta. Il gol poteva arrivare solo con una giocata, come è arrivato, con il ragazzino (Kean, ndr) che si è buttato dentro e Bonucci che ha avuto la possibilità di tirare.

KEAN

 “Starà con noi, è in un buon momento, ha avuti momenti di picchi e down, ma ora sta di nuovo tornando al meglio, soprattutto fisicamente.”

PJANIC

“La sua partita? Non era semplice, è stato un match molto fisico, era un modulo nuovo. Ha corso, è stato sempre dentro alla partita, per ora ha fatto già 4 gol e 4 assist, per noi sono stati molto importanti e decisivi.”

STATO D’ANIMO

“Il mio stato d’animo è la felicità, perché abbiamo raggiunto un obiettivo. Ora dobbiamo rimanere in testa al girone, in testa al massimiliano-allegri-juventus-lione-spaziojcampionato e vincere a Doha, non sarà facile. Mi arrabbio quando negli ultimi 5 minuti si fanno cose da manicomio: avevamo la palla e l’abbiamo regalata a loro tre volte.”

CONTE

Le parole di Conte? Posso solo ringraziarlo, mi ha lasciato una squadra che l’anno dopo ha vinto campionato, Coppa Italia ed è arrivata in finale di Champions. Come dicono a Livorno, le parole le porta il vento, le biciclette i livornesi.”

ULTIME NOTIZIE