Zola: “Nelle punizioni Pjanić micidiale come Pirlo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Gianfranco Zola, accostato negli ultimi giorni alla panchina dell’Inter prima della definitiva virata su Stefano Pioli, ha rilasciato a “La Gazzetta dello Sport” un’intervista in cui ha parlato della magistrale capacità nei calci da fermo di Miralem Pjanić.

IL CONFRONTO CON PIRLO

Ho riguardato alcune loro punizioni, i movimenti, l’essere… punitivi e micidiali: Pjanić e Pirlo sono molto simili fra loro e non mi sorprenderebbe sapere che Miralem abbia studiato anche da Andrea. In passato lessi che Pirlo si era ispirato a Juninho Pernambucano, che è anche punto di riferimento di Pjanić: anche da qui nascono i punti di contatto. Ci vogliono allenamento e attenzione. Io più mi avvicinavo alla porta e più ero efficace. Mihajlović trovava maggiore precisione quando aveva più campo fra sé e la porta. Pirlo e Pjanić sanno essere precisi sia da vicino che da lontano“.

LA TECNICA DI CALCIO

pjanic3La loro tecnica è simile: indietreggiano poco rispetto alla palla, Miralem fa due passi, Pirlo quasi. Ci sono giocatori che colpiscono la palla con l’interno del piede, dando la rotazione: Baggio era uno dei più abili; loro due invece battono il pallone di mezzo collo interno dando una traiettoria che va dall’alto a sinistra al basso a destra. Hanno meno curva ma più velocità, la palla parte rapida e si abbassa molto e per i portieri è durissima. Colpiscono con le ultime 3 dita del piede. Se quella di Pirlo si chiama maledetta, beh, si può chiamare così anche quella di Pjanić“.

CONOSCI SPAZIOJ?

SpazioJ è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioInter.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook