ESCLUSIVA SJ - Ag. Sturaro: "Ai dettagli per il rinnovo. Errore con il Lione? Vi spiego com'è andata..."

ESCLUSIVA SJ – Ag. Sturaro: “Ai dettagli per il rinnovo. Errore con il Lione? Vi spiego com’è andata…”


Titolare nelle ultime due partite. Importantissime perché prima della sosta, con il solito rischio di viverla tra mal di pancia e malumori della piazza. In punta di piedi e con la solita umiltà Stefano Sturaro è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante, dopo l’infortunio che lo ha tenuto fermo nella prima parte della stagione. Di questo, e tanto altro, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni il suo procuratore, Carlo Volpi.

A un anno e mezzo dall’arrivo di Sturaro a Torino può dirsi soddisfatto della sua crescita?

“Certo, sono molto soddisfatto della sua crescita. E’ arrivato alla Juventus come giovane promettente e, via via, è riuscito a consolidarsi all’interno del gruppo, cosa tutt’altro che semplice. Ecco, questo è stato l’aspetto che mi ha sorpreso di più”. 

E’ ritornato da poco dall’infortunio, ma Allegri gli ha dato tanta fiducia: titolare con Lione in Champions e Chievo in campionato. Che rapporto ha con il mister?

“Ha un rapporto eccezionale sia con il mister che con il resto dello staff. Stefano è un lavoratore vero, uno che durante gli allenamenti non fa mai mancare il suo impegno. Per questo motivo è sempre benvoluto da Allegri”.

Dopo l’errore tecnico con il Lione, Stefano è stato oggetto di scherno da parte dei social. Come ha risposto a queste critiche?

“Stefano ha grande autoironia. Innanzitutto, quella con il Lione è stata una prestazione ottima. Dopo mi ha puntualizzato l’errore mandandomi il link del filmato e con il sorriso tra le labbra mi ha detto che nel calcio si può anche sbagliare. Il suo problema è stato che non si era accorto della ripartenza del Lione e allora temeva che potesse portare un pericolo grave verso l’area della Juve, cosa che dopo si è risolta fortunatamente”.


A che punto sono le trattative per il rinnovo del ragazzo?

“Con i dirigenti ci siamo visti spesso e abbiamo trovato un punto di incontro. Penso che ormai siamo proprio ai dettagli”.

La Juventus pare sia alla ricerca di un centrocampista. A suo giudizio serve davvero un rinforzo?

“La Juventus ha degli obiettivi importantissimi per cui tende sempre a migliorare il suo organico. Tutti i giocatori sanno che sono sempre sotto esame e sono abituati a questo. In un club come la Juventus devono dare sempre di più, è normale. Poi quando ci sono queste voci di mercato riescono a fare sempre di più. Posso fare un esempio che mi piace sempre ricordare”. 

download-12Prego. 

“Marchisio all’età di 23-24 veniva messo sempre in discussione dai quotidiani durante il mercato estivo. Poi, grazie alla sua forza di volontà, è riuscito a diventare un titolare della Juventus. Morale della favola: a parlare è sempre il campo”.

Alle ultime convocazioni di Ventura gli sono stati preferiti altri giovani come Cataldi e Gagliardini. Crede che riuscirà a conquistare a breve termine la Nazionale?

“Viene da un lungo infortunio, ha cominciato a giocare da poco. Quello che posso dire è che cercherà di rispondere con le prestazioni. Stefano è stato fiero di vestire agli Europei la maglia della Nazionale. La sua motivazione è quella di vestire al più presto l’azzurro perché è sempre una meta importante per un calciatore”.

Intervista realizzata da Salvatore Ergoli 

ULTIME NOTIZIE