Ancelotti: "Il futuro di Coman è al Bayern. Vidal ancora molto legato alla Juventus"

Ancelotti: “Il futuro di Coman è al Bayern. Vidal ancora molto legato alla Juventus”


Il meglio delle “big” si vede a marzo? La teoria di Massimiliano Allegri trova sostegno in chi potrebbe essere un duro avversario lungo il cammino verso Cardiff, Carlo Ancelotti. Questo è solo uno dei tanti temi affrontati dall’allenatore emiliano durante una lunga intervista concessa a Tuttosport.

“SIAMO IN SETTE CLUB A LOTTARE PER LA CHAMPIONS”

“Le concause sono tante, ma senz’altro è anche per i tanti impegni delle Nazionali che le grandi squadre in questo momento della stagione non hanno un rendimento massimale. Marzo? Concordo con Max, al cento per cento. Ora non siamo al top noi e non lo è la Juventus, ma non lo sono neppure Barcellona, Real Madrid, Manchester City. Credo che siamo in sette club a lottare per la Champions: noi, la Juventus, il Barcellona, il Real Madrid, l‘Atletico, il Manchester City e il Psg. Programmare è dura, perché quello che conta è arrivare nel periodo determinante senza infortunati e in buona condizione”.

COMAN, FUTURO AL BAYERN

02. Kingsley Coman, classe '96 - Attaccante, Bayern Monaco

Ancelotti ha a disposizione anche l’ex Juventus Coman. Sono poche le speranze di rivederlo bianconero: “Il suo futuro è il Bayern. Tutti noi contiamo molto su di lui. Non c’è possibilità che ritorni alla Juve. Benatia?Abbiamo soddisfatto il desiderio del ragazzo, che voleva tornare in Italia, dove aveva giocato su ottimi livelli con Roma e Udinese. Sul fatto che Medhi sia bravissimo non ho mai avuto dubbi. La BBC come la difesa deMilan di Sacchi? Sono epoche troppo diverse tra loro. I giocatori di adesso sono differenti da quelli di venti-trenta anni fa. Barzagli, Bonucci e Chiellini sono ottimi giocatori e non a caso le vittorie recenti dei bianconeri si basano su una grande difesa. Ma è tutta la Juventus a essere forte“.

“HIGUAIN COME SUAREZ E LEWANDOWSKI…”

La Juventus questa estate ha “strappato” Higuain alla concorrenza del Bayern: Il prezzo che lo hanno pagato i bianconeri ci sta: i grandi giocatori costano. E Gonzalo è il miglior centravanti assieme a SuarezLewandowski. Il polacco è un giocatore serio. Non il tipo che si mette a fare battute, seppur abbia ottime relazioni all’interno dello spogliatoio. Sta facendo molto bene, segna con una continuità impressionante. E’ determinato. Serie A? Lewandowski è una bandiera del Bayern Monaco, mi sembra difficile. Ma nel calcio mai dire mai su nulla.

“VIDAL? LEGATO ALLA JUVENTUS…”

Tra i più dolorosi addii in casa Juventus c’è sicuramente quello di Arturo Vidal, che Ancelotti ha avuto modo di riscoprire: “E’ uno di quelli che mi ha sorpreso di più: è un ragazzo simpatico, schietto e di grandissima personalità. E’ ancora molto legato alla Juventus. Se possa tornare a Torino in futuro non lo so, non ne abbiamo mai parlato. Io sono convinto che resterà con noi ancora a lungo. E soprattutto me lo auguro perché è un giocatore importante”.

DYBALA, CORSA E DINAMISMO

dybala-juveudinese

Su Dybala: E’ davvero un attaccante moderno: al talento abbina corsa e dinamismo. Può fare la storia della Juventus per i prossimi dieci anni. Verratti? Certi giochetti gli agenti li fanno apposta per alzare i prezzi. Noi non stiamo ancora programmando il futuro, ci sarà tempo per farlo. Prendere i giocatori da un top club come il Psg è dura, avete visto anche come è andata a finire con Matuidi. E poi la Juve ha Pjanic, quindi non credo che gli serva Verratti. Come caratteristiche sono diversi, però possono ricoprire gli stessi ruoli. Pjanic è stato criticato ingiustamente. E’ difficile inserirsi in un nuovo club, serve tempo. Come giocatore Miralem non si discute. Come Pirlo? Miralem è fortissimo, ma Andrea è unico nel suo genere. Accostarli non è proprio corretto”.

 

ULTIME NOTIZIE