Pjanić, l'opera d'arte e la profezia di Massimiliano Allegri

Pjanić, l’opera d’arte e la profezia di Massimiliano Allegri


Un’opera d’arte in movimento, che trascende la materialità e il tempo. La pennellata di Miralem Pjanić riaffresca i ricordi bianconeri, dipinti dalla classe di Del Piero e Pirlo, negli ultimi anni. Eppure c’era chi l’aveva quasi predetto: Massimiliano Allegri, in conferenza stampa.

Da Genova a Verona

Allegri, infatti, aveva ricordato come la Juventus non sfruttasse un fondamentale tanto decisivo in passato. Poche punizioni dal limite, da dove Pjanić è micidiale. Proprio come Andrea Pirlo, una sentenza praticamente da qualsiesi distanza. Come dimenticare, tra le ultime, la traiettoria disegnata a Genoa, valsa un bel pezzo di Scudetto.

Se è vero che la Juventus non sta passando un buon momento, almeno dal punto di vista del gioco, è necessario essere più che mai cinici. Tradotto: creare e sfruttare ogni occasione pericolosa.

Pjanić va messo nelle condizioni di essere micidiale: deve essere più al centro della manovra. Contro il Chievo, prima della rete, aveva fatto pochissimo. Ma i suoi sprazzi di genio, specialmente sul finale, hanno illuminato il grigio pomeriggio veronese. E le sue immense doti balistiche hanno regalato tre punti importantissimi.

Il lavoro dietro l’invenzione

Un colpo, una invenzione, spesso, decidono le partite. E in Champions il valore assoluto di una giocata è ancora più alto, rispetto al campionato. Bisogna leggere in quest’ottica le dichiarazioni di Allegri, attento a ogni singolo dettaglio. Perché è nel dettaglio che si trova la perfezione.

Molto probabilmente, quindi, in settimana si è lavorato su quest’aspetto. Meglio cercare un fallo al limite dell’area che provare una difficile e improbabile conclusione. (Magari si potrebbe spiegare a Hernanes, per esempio). Lezione chiara e subito messa in pratica: il gol di Miralem nasce da qui.

Punto di partenza

Ora, però, si deve partire da Verona per costruire una Juventus cucita anche su di lui. Pjanić è apparso un corpo estraneo, in più di una occasione, ma la sua tecnica è fondamentale. Non è il classico regista, quanto un calciatore moderno e tatticamente intelligente, da inquadrare in un preciso contesto tattico.

pjanic

È quello che manca, per ora. Questi primi mesi, comunque, hanno dato delle indicazioni: va avvicinato alla porta, perché non ha i tempi d’inserimento della mezz’ala. Ma deve avere spazio e modo di inventare, avendo qualità decisamente fuori dal comune. La crescita della Juventus passa anche dai suoi finissimi piedi.

Chi Siamo

Spazio J è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sulla Juventus Football Club, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per lo Juventus Stadium.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale, non autorizzata o connessa a Juventus Football Club S.p.A. o I marchi JUVENTUS, JUVE e Juventus.com sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A., il cui sito ufficiale è www.juventus.com

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl