Infantino: "Mondiali a 32, 40 o 48 squadre"

Infantino: “Mondiali a 32, 40 o 48 squadre”


Gianni Infantino è succeduto a Joseph Blatter alla presidenza della Fifa e sta iniziando ad apportare alcuni cambiamenti. Un progetto sempre caldo è quello dell’ampliamento del numero delle squadre partecipanti al Mondiale, tema che sta molto a cuore al presidente italo-svizzero.

DECISIONE DEFINITIVA. Dopo il primo dei due giorni di riunione in programma a Zurigo, il presidente della Federcalcio mondiale:  “Abbiamo avuto una discussione intensa, proficua, c’è ancora tanto lavoro da fare, ma intanto abbiamo affrontato il tema in maniera molto positiva. La decisione finale verrà presa durante il Consiglio Fifa in programma nel gennaio del 2017”. Insomma, nulla è deciso da come filtra dalla parole di Infantino, però la proposta è seria e la decisione finale sarà presa solo nel gennaio del prossimo anno.

IPOTESI. L’idea di infantino è un Mondiale con 48 squadre così suddivise: sedici squadre teste di serie ammesse di diritto alla fase a gironi e le altre trentadue impegnate nei playoff per determinare le altre sedici da ammettere alla fase finale che avrebbe comunque un tabellone da trentadue nazionali come quello attuale. Il presidente italo-svizzero ha spiegato che la formula andrebbe in vigore dall’edizione del Mondiale del 2026: “Sul tavolo delle proposte i format sono diversi, si può fare un Mondiale con 32, 40 o 48 squadre”.

Aristide Rendina